Quella prima volta al mare

Ad agosto circa 300 mila bambini vedranno per la prima volta il mare: dieci regole per delle vacanze davvero indimenticabili per tutta la famiglia

18 agosto 2011

Sono 5,7 milioni gli under 18 che andranno al mare ad agosto. Fra questi ben trecentomila vedranno il mare per la prima volta. "Si tratta di neonati, in partenza per la prima vacanza al mare, che è la meta preferita dei bambini", spiega all'Adnkronos Salute il pediatra Italo Farnetani. "E' importante ricordare che ai bambini occorrono 5 giorni per adattarsi, dunque se saranno un po' inappetenti e irritabili i primi giorni, non è il caso di preoccuparsi troppo", aggiunge Farnetani.
E chi non può concedersi vacanze lunghe? "Pur di portare i bambini al mare, vanno bene anche weekend mordi e fuggi, o gite in giornata", dice il pediatra. "I più piccini possono andare al mare fin da neonati. L'importante è tener conto del fatto che sudano poco e sentono di più il caldo: dunque occorre vestirli pochissimo e ripararli dai raggi solari diretti, usando sempre le creme ad altissima protezione. Per i bambini, in ogni caso, è meglio ricorrere ai solari in spray, facili e veloci da applicare e riapplicare. Un'altra raccomandazione importante, per i più grandicelli, è quella di indossare sempre le ciabatte al momento di fare la doccia nello stabilimento, per evitare funghi e verruche".

Ecco quindi il decalogo rivolto ai genitori, per delle vacanze davvero indimenticabili per tutta la famiglia:
1) L'estate deve essere con i figli e non per i figli, dunque l'ideale è divertirsi tutti insieme, e non 'parcheggiare' i piccoli dai nonni o con le tate.
2) Per lo stesso motivo, no ai 'miniclub': è importante sfruttare le vacanze per passare il tempo assieme.
3) Sì allo sport tutti insieme, che siano lezioni o pomeriggi di attività fisica libera. Lo sport "aggrega, e vedere i genitori che si impegnano contribuisce a trasmettere un modello positivo", dice il pediatra.
4) No al riposino pomeridiano forzato dopo i 2 anni. Fino a 4 anni "il bimbo deve farlo solo se lo vuole, mentre dopo questa età è bene sospenderlo per evitare che poi abbia problemi ad addormentarsi la sera".
5) No ai compiti delle vacanze, "che altrimenti non saranno davvero tali".
6) No alle nuove regole educative, come imparare a fare la pipì nel vasino. "E' bene, invece, far rispettare quelle che già ci sono".
7) I genitori in ferie non devono essere troppo pedanti.
8) Le vacanze devono essere "tali anche a tavola: dunque non forzare il bambino a mangiare, anche perché il caldo e l'umidità deprimono l'appetito. Dunque il bambino non va forzato a mangiare".
9) Vietatissimi "i fuoripasto in spiaggia, dal cocco, ai gelati, ai bomboloni. I pasti devono restare cinque".
10) Unica eccezione, il dopo cena: "Sì al gelato dopo la passeggiata. Anche se non rispetta i dettami nutrizionali, sa di festa in famiglia e dunque in vacanza questo 'strappo' è concesso".

 

 

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

18 agosto 2011

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia