Quello che ho avuto, quello che avrei voluto... I regali dei bambini e le disattenzioni di Babbo Natale

24 dicembre 2005

Natale è arrivato. I bambini che hanno spedito la loro brava letterina con la lista dei regali desiderati e dopo aver aspettato fiduciosi, devono solo scartare le pacchi e pacchettini e godersi finalmente i doni confezionati dai bravi aiutanti di Babbo Natale, sempre così precisi e affidabili.
Sempre così precisi e affidabili? E se invece al Polo Nord qualcuno ha sbagliato?
Cosa potrebbe fare - per esempio - un bambino che la mattina del 25 si ritrovasse tra le mani un modellino di aereo (da costruire con tanta, troppa pazienza) al posto del più terribile dei mostri di gomma già bello e pronto da usare?

Una soluzione c'è, è semplice, e passa per il web: dopo aver metabolizzato l'inevitabile delusione, il piccolino non dovrà fare altro che chiedere a mamma e papà di collegarsi al sito internet di Toyswap e cercare un altro bambino con cui fare scambio di gioco.

Al grido di ''scambia i regali che hai con i regali che vuoi'', il sito di Toyswap invita bimbi e ragazzini a liberarsi non solo dei giocattoli ''indesiderati'', ma anche di quelli ormai inutilizzati e da tempo ammucchiati in ceste e cassettoni o lasciati in un angolo a impolverarsi.
Così, il nostro giovanissimo ''deluso del giorno di Natale'' dovrà solo registrarsi al sito, redigere l'elenco dei regali da scambiare e l'elenco di quelli che vorrebbe avere in cambio - senza limiti di quantità. Dopodichè il tutto dovrà essere postato su Toyswap, che provvederà a far incontrare le richieste dei suoi utenti e proporre loro lo scambio, al costo di un dollaro a testa per ciascuno scambio effettuato.
E così, chi voleva un aeroplanino riceverà l'aeroplanino, e chi desiderava un mostro di gomma lo avrà. Per quanto riguarda Babbo Natale, dovrà decidere se licenziare gli aiutanti che hanno sbagliato o perdonarli e rinnovargli il contratto.

Rivolgendoci poi ai Babbi Natale/genitori, oltre a cercare di non sbagliare il regalo desiderato dai vostri figli, è bene anche fare molta attenzione alla qualità dei giochi che comprate.
In vostro aiuto viene la Codacons che ha stilato un elenco di regole con il quale poter centrare il segno in piena sicurezza:
1) Acquistare solo regali con I marchi di sicurezza IMQ, CE o ''Giocattoli Sicuri'', rilasciato dall'Istituto Italiano Sicurezza Giocattoli. Attenzione alle contraffazioni.
2) Acquistare i giocattoli solo in negozi di fiducia, mai da rivenditori ambulanti o non autorizzati. Preferire gli articoli di ditte specializzate e note nella vendita di giocattoli per bambini.
3) Non comprare doni troppo piccoli che potrebbero essere ingoiati dai bambini
4) Non comprare pupazzi con pezzi (braccia, gambe, testa) che possono essere staccati
5) I giocattoli non devono avere parti appuntite o taglienti
6) I materiali con cui sono fatti i giocattoli devono essere molto resistenti
7) I materiali non devono essere tossici o facilmente infiammabili. Attenzione, ad esempio, alle bambole in plastica: sono in PVC trattato con ammorbidenti, che le rende morbide e duttili. Si teme che queste sostanza siano cancerogene ed il rischio aumenterebbe se il prodotto fosse ingerito.
8) Meglio materiali naturali come la stoffa o altri tessuti lavabili. Va bene anche il legno, purché non trattato con vernici
9) Controllare e rispettare l'indicazione dell'età per il quale il gioco è consigliato
10) Controllare che la confezione sia integra
11) Non inseguire la moda e giocare spesso con i figli: il rischio di incidenti sarà bassissimo.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

24 dicembre 2005

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia