Questa sera si recita in traghetto

A Palermo arriva la nave-teatro Holger, per raccontare storie di mari e di naviganti

17 marzo 2003
Panormus, ''tutto porto''. In questo vasto porto che è Palermo, domani 18 marzo, attraccherà un traghetto.
E allora?, ci si potrebbe chiedere. E allora è che questo traghetto, lungo 109 metri, ha al suo interno un palcoscenico, può ospitare 450 spettatori, e la ciurma è composta da attori, musicisti e ballerini, che navigano per il mare raccontando storie di eroi e naviganti che popolano la letteratura e le antiche leggende.

Questa nave-teatro si chiama "Holger", e dentro la propria pancia vivrà lo spettacolo intitolato "Navigazioni. Da Ghilgamesh a Kafka", ideato dal Teatro della Tosse di Genova, che a Palermo si sta avvalendo della collaborazione del Teatro Garibaldi.

Nella città tutto-porto "Navigazioni " si fermerà fino al 20, grazie anche alla sponsorizzazione di una banca. Per il teatro Garibaldi, si tratterà di una sorta di anteprima della stagione, e si occuperà di raccogliere le prenotazioni per la prevendita (091 587053 e 091 6115 263, il biglietto intero costa € 30, 20 per i giovani fino a 26 anni, gruppi e anziani).

" Navigazioni ", ideato e diretto da Tonino Conte porta in giro una nave carica carica di…  storia e immagini di eroi navigatori, dalle civiltà più antiche fino alla scoperta del Nuovo Mondo, raccontando le loro avventure e il loro rapporto con il mare. Suel galleggiante palcoscenico il protagonista sarà Massimo Venturiello, che indosserà i panni di Ghilgamesh e Ulisse, San Brandano, Cristoforo Colombo e Lope de Aguirre.
Ci saranno gli attori principali del teatro della Tosse, come Pietro Fabbri che sarà Karl, il giovane protagonista Kafkiano di " Amerika ", Alberto Bergamini (Noè), Enrico Campanati (Cabeza de Vaca), e un intero equipaggio, una cinquantina di persone, tra attori, tecnici, musicisti, coreografi e sarte.

Se tutto ciò non bastasse, ospiti della stiva, pronti ad animare gli spettatori ci saranno anche i percussionisti spagnoli della "Camut band junior", i minimi e le maschere tedesche della "Floz production", le cascate e i giochi d'acqua di "Materiali resistenti-Waterwall".
Sopra coperta lo scenografo Emanuele Luzzati racconta "Genova e il mare" con grandi sagome dipinte a collage di eroi dei mari, da Colombo a Brandano, dall'ammiraglio Andrea Doria, fino alla violinista e compositore Paganini, mentre sottocoperta c'è l'esposizione di serigrafia di Flavio Costantini sul tema "La nave, il mare".

Quindi vento in poppa e buona visione!

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

17 marzo 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia