Record 2001

Secondo l'Istat 434mila nuovi posti e nell'Isola scende di 4 punti la disoccupazione

09 gennaio 2002
Cala la disoccupazione in Italia, nonostante il rallentamento del ciclo economico, tornando ai livelli di otto anni fa, ben al di sotto della soglia del 10%.

Secondo l'Istat il 2001 si chiude con un tasso medio del 9,3% rispetto al 10,6% del 2000. Disoccupazione annua "a una cifra", dunque, come non si vedeva dal 1993.

Il mese di ottobre, in particolare, ha fatto registrare un incremento dei posti di lavoro di 434 mila unità rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

Arriva la conferma che in Italia siamo di fronte ad una netta inversione di tendenza, grazie soprattutto al buon andamento dell'occupazione femminile e all'aumento, seppur ancora discreto, dei posti di lavoro nel Mezzogiorno.
E se il calo dei disoccupati ha riguardato tutto il territorio nazionale, i risultati più evidenti sono quelli relativi alle regioni meridionali, dove il tasso di disoccupazione è passato dal 20,2% dell'ottobre 2000 al 19% dell'ottobre 2001.

In Sicilia la disoccupazione è scesa dal 24% del 2000 al 20,6% dell'ottobre 2001.
Al Sud l'occupazione ha fatto registrare nel corso dell'anno un incremento del 2,7%, il che vuol dire 160.000 occupati in più. Meglio, quindi, del Nordovest (+118.000 occupati), del Nordest (+67.000 occupati) e del Centro (+89.000 occupati).

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

09 gennaio 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia