Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Ritorna il grande freddo in Sicilia

La Sicilia semi paralizzata dalle nevicate. Interrotti i collegamenti marini con le isole minori

30 gennaio 2004
Dopo un periodo di tregua il freddo, quello forte, è ritornato a far visita anche in Sicilia. Bufere di neve, forti raffiche di vento e mare grosso, hanno provocato tutta la serie dei classici disagi che fanno andare in tilt il traffico e scompigliano il quieto vivere di un’isola troppo poco abituata al freddo.
Di seguito, dal quotidiano La Sicilia, la situazione del maltempo dalle montagna al mare
 

Difficoltà di transito su autostrade e statali. La neve è caduta sull'autostrada A19 Palermo-Catania, dove sono obbligatorie le catene al seguito, nei pressi di Enna e degli svincoli "Ponte cinque archi" e "Tre Monzelli". Situazione difficile in tutto l'Ennese dove è stata chiusa per neve la strada statale 117 Bis nei pressi di Piazza Armerina e dove sono in atto nevicate anche a quote basse, intorno ai 400 metri di altitudine. Innevate e transitabili solo con catene tutte le arterie viarie principali e secondarie delle aree interne delle province di Enna e Messina. Stessa situazione anche sulle statali che collegano con i Comuni dell'Etna attraverso i monti Nebrodi, dove si segnalano bufere di neve sulla 116 Randazzo-Ucria e la 288 Randazzo-Bronte. Transito difficile anche sulla 120 fra Troina e Cesarò dove a tratti si sono formati cumuli di neve. Primi disagi nei Comuni ennesi di Troina, Nicosia e Cerami, dove la neve sta isolando i quartieri più alti.
Neve sull'Etna: -8 al Rifugio Sapienza. E' nevicato anche alle pendici dell'Etna e tutte le strade che conducono al vulcano sono imbiancate. Al Rifugio Sapienza nella notte le temperature sono scese a -8 gradi centigradi e attualmente il manto nevoso ha raggiunto l'altezza di oltre un metro di neve. Polstrada e carabinieri sconsigliano di mettersi in viaggio e comunque di avventurasi su strade montane secondarie dove i mezzi spazzaneve non sono ancora intervenuti e accomandano comunque agli automobilisti di informarsi sulla transitabilità prima di partire.

Bufera sulle Madonie, Disagi a Palermo. Una bufera di neve ha investito in nottata il comprensorio madonita. Agli automobilisti è consigliato il transito con catene sulle strade provinciali della zona (fra Petralia, Ganci, San Mauro e Polizzi Generosa). Chiuso a causa del gelo e della neve l'istituto comprensivo di Geraci Siculo. La temperatura ha raggiunto i meno 3 gradi tra Ganci e Geraci. Raffiche di vento ad oltre 80 chilometri all'ora hanno causato lo sradicamento di alberi ed il danneggiamento di decine di cartelloni pubblicitari e segnali stradali a Palermo e provincia. I vigili del fuoco hanno ricevuto molte chiamate da cittadini che hanno segnalato danni e disagi. In via Imera tre automobilisti sono rimasti impantanati nell' acqua alta, all'Addaura un albero si è abbattuto su un' automobile in sosta; altri alberi sono stati sradicati dalla furia del vento nel parco della Favorita, a Bellolampo e nei pressi dello svincolo autostradale di Tommaso Natale. Due ponteggi pericolanti, che rischiavano di crollare, sono stati ancorati dai pompieri in via Sammartino ed in via Siccheria. Un cartellone pubblicitario è stato divelto in via Ugo La Malfa.

Traghetto per Genova rientra a Palermo. Il traghetto "La Superba" del Gruppo Grimaldi, partito ieri sera alle 23 diretto a Genova, questa mattina alle 9,30 ha fatto rientro nel porto di Palermo. Il comandante, intorno alle 4, ha chiesto via radio alla Capitaneria di porto del capoluogo siciliano di potere rientrare a causa del mare forza 8 che ne ostacolava la navigazione. In ritardo il "postale" da Napoli partito ieri sera alle 21 dal porto partenopeo. Il suo arrivo è previsto per la tarda mattinata. Prosegue lentamente, infine, la navigazione del traghetto "Majestic" partito poco prima della mezzanotte da Palermo diretto a Livorno. Alle 6,30 di questa mattina è stato segnalato a 25 miglia a nord ovest dell' isola di Alicudi.
Interrotti collegamenti con Isole. A causa del mare agitato sono interrotti i collegamenti marittimi tra Palermo e Ustica, fra Trapani e Pantelleria e le Egadi, e tra Porto Empedocle e le isole Pelagie. Nel Canale di Sicilia il mare ha raggiunto forza otto. Lampedusa, in particolare, resta isolata, per il terzo giorno consecutivo. La notte scorsa, la motonave 'Paolo Veronese', che fa la spola fra Porto Empedocle (Agrigento) e le isole Pelagie, Linosa e Lampedusa, è rimasta agli ormeggi per il mare forza sei e il forte vento. L'ultimo viaggio del traghetto risale a martedi scorso, da allora Lampedusa e Linosa sono nuovamente isolate via mare.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

30 gennaio 2004
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE