Riveduta e corretta la guida turistica Routard sulla Sicilia

Lo scorso anno aveva destato clamore alcuni passaggi sul fenomeno della mafia

17 maggio 2003
Torna nelle librerie la Guida Routard sulla Sicilia (le guide turistiche della casa editrice francese Hachette, per il turista indipendente), che nella edizione dello scorso anno fu oggetto di aspre proteste da parte dell' assessore regionale al Turismo, Francesco Cascio, che contestava alcuni passaggi ''eccessivamente disinvolti e folkloristici sul fenomeno della mafia''.

Nella nuova edizione quei riferimenti sono stati tolti e i contenuti della guida sono adesso più consoni e realistici. ''Alcuni passaggi dell'edizione 2002 - afferma Cascio - descrivevano situazioni immaginarie e fantasiose scritte da un provetto sceneggiatore di fiction, che hanno arrecato danno all'immagine turistica della Sicilia che lavora. Tutti quei riferimenti sono stati adesso eliminati dall'editore francese Hachette Livre, che ha compreso come la libertà di espressione non può penalizzare una regione e i suoi abitanti''.

L'assessore ha ringraziato Guido Venturini, direttore generale del Touring Editore, distributore della Guida Routard in Italia, ''che ha contribuito a persuadere l'editore a modificare quei passaggi, confermando la grande tradizione di civiltà e autorevolezza che ha caratterizzato il Touring Club Italiano in oltre cento anni di attività, a favore della cultura del patrimonio artistico e turistico del nostro Paese''. 

Fonte: Siciliatravel

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

17 maggio 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia