SAKINEH SARÀ LAPIDATA DOMANI!

Dal regime islamico iraniano è arrivato il via libera per un'immediata esecuzione

02 novembre 2010

Sakineh Mohammadi Ashtiani, la donna condannata a morte in Iran per adulterio, sarà lapidata domani. Lo riferisce il Comitato internazionale contro la lapidazione in un comunicato posto sul suo sito web. "L'esecuzione è prevista per il 3 novembre" afferma l'ong nella nota. "Il regime islamico iraniano prevede di giustiziare Sakineh immediatamente" si legge nel comunicato dell'ong.
"In base alle notizie ricevute dal comitato internazionale contro le lapidazioni e dal comitato internazionale contro le esecuzioni il primo novembre, le autorità di Teheran hanno dato il via libera alle carceri di Tabriz per effettuare la lapidazione di Sakineh. E' stato riferito che la donna sarà giustiziata mercoledì". Teheran, attacca l'ong, "ha creato un nuovo scenario per accelerare l'esecuzione".
La stessa ong nei giorni scorsi ha sostenuto che il figlio e l'avvocato di Sakineh, Sajjad Qaderzadeh e Javid Hutan Kian arrestati lo scorso 11 ottobre, sarebbero stati torturati in carcere. Il Comitato Internazionale contro la Lapidazione e le Esecuzioni, citando fonti riservate, ha affermato che Sajjad e Kian sarebbero sottoposti a torture fisiche e psicologiche. Secondo il Comitato, lo scorso 26 ottobre le autorità hanno trasferito Kian nella prigione di Tabriz, nel nordovest dell'Iran, mentre è ignoto dove si trovi al momento Sajjad.
Il figlio e l'avvocato di Sakineh sarebbero stati interrogati, inoltre, a proposito di presunti contatti che avrebbero avuto con alcuni media internazionali. [Informazioni tratte da Adnkronos/Aki]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

02 novembre 2010

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia