Secondo Legambiente pulito anche il mare di Trapani

Dopo il versante tirrenico Legambiente promuove anche le coste trapanesi

09 luglio 2001

Dopo il versante tirrenico Legambiente promuove anche le coste trapanesi.

Le analisi effettuate dagli esperti di Legambiente sul mare trapanese non hanno fatto registrare risultati allarmanti.

Nelle acque di Castelvetrano, Erice, Marsala, Mazara del Vallo, San Vito Lo Capo e Trapani  i parametri rilevati rientravano tutti nei limiti di legge.

Unica eccezione in negativo per le acque di Castellammare del Golfo e di Scopello, che sono risultate “leggermente inquinate”.

«Non ci si deve però fermare all'apparenza dei dati - dice Rossella Muroni, portavoce di Goletta verde - L'ottimismo, pur giustificato dalla prima impressione, si ridimensiona se si fa un confronto con l'anno passato. Non ci si deve cullare nel risultato positivo. Una sola è la strada che può portare al risanamento persistente delle coste e a una qualità duratura ed eccellente delle nostre acque: quella che passa per una gestione previdente, oculata e rispettosa dell'ambiente e della qualità della vita».

Per la portavoce della barca di Legambiente, l'unico rammarico è che «questo miglioramento delle acque sicuramente non è dovuto a interventi dell'uomo, visto che nulla è stato fatto lungo le coste. Si tratta semplicemente di condizioni meteorologiche favorevoli e della straordinaria capacità del mare siciliano di depurarsi».

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

09 luglio 2001

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia