Sembra che a luglio, aprile e dicembre si "litiga di più"...

Sarà il caldo di luglio, il risveglio primaverile di aprile, il freddo rigido a dicembre, fatto sta che in questi mesi si aprono più cause civili

05 luglio 2010

Sarà il caldo estivo che fa saltare più facilmente i nervi o innalzare la pressione sanguigna ma luglio, nel nostro Paese, è il mese dei "litigi", quello in cui si aprono più cause civili. Non sono da meno aprile, forse per effetto del risveglio primaverile, e dicembre, mese "rigido" per eccellenza.
Das, compagnia specializzata nella tutela legale del gruppo Alleanza Toro, ha analizzato l'andamento dei contenziosi civili in Italia, facendo un bilancio a un anno dal lancio della polizza 'Difesa famiglia'.
Rielaborando i dati della Corte di Cassazione degli ultimi due anni, Das rileva che a luglio del 2008 sono state avviate nel nostro Paese 3.215 nuove cause e 3.320 nello stesso mese del 2009. Luglio è, fra l'altro, l'unico mese con dicembre (+6%) che registra una crescita (+3%) dei contenziosi avviati nel confronto degli ultimi due anni. Ad aprile del 2009 sono scesi a 2.800 rispetto agli oltre 3.000 del 2008. Andamento esattamente inverso nel mese di dicembre. Negli ultimi 2 anni, invece, il mese di giugno è quello nel quale si risolvono più contenziosi civili: oltre 3.800 nel 2008 e poco meno di 3.000 lo scorso anno. Nel 2008 i mesi più prolifici per la chiusura delle cause pendenti sono stati anche maggio (3.996) e febbraio (3.649). 
Se da un lato le nuove cause civili "aperte" in Italia sono in calo del 7% (circa 2000 cause in meno) del 2009 su un altro versante "rallentano" i contenziosi portati a termine: - 8% (quasi 1.700 cause). Ed è proprio la lentezza dei processi il tallone d'Achille del nostro sistema giudiziario: occorrono infatti più di dieci anni per la conclusione di una causa di fallimento e oltre tre anni per risolvere una causa di lavoro privato, numeri che relegano il nostro Paese agli ultimi posti a livello mondiale. [Informazioni tratte da Apcom, Ansa]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

05 luglio 2010

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia