Settecento anni dalla Pace di Caltabellotta, in dono una sinagoga del 1350

03 settembre 2002
A Caltabellotta (in provincia di Agrigento) fu firmato  e giurato uno storico trattato di pace, noto poi come "Pace di Caltabellotta".

Fu pace il 31 agosto dell'anno 1302, fra Carlo di Valois, re angioino del regno di Sicilia con capitale Napoli, e Federico III, re siculo-aragonese del Regno di Sicilia con capitale Palermo.

Per ricordare il 700 anniversario di questo trattato di pace è in corso di svolgimento un fitto programma di manifestazioni distribuite fra Caltabellotta e altre località e città siciliane.

In occasione di una di queste è stata ufficializzata una preziosa donazione fatta alla Regione Siciliana da un medico, Paolo Pumilia.

Si tratta di una sinagoga del 1350, che sorge nel cuore di Caltabellotta, e che è stata donata, lo scorso 31 agosto, proprio in occasione delle celebrazioni organizzate per il settimo centenario della pace.

Ereditato l'antico stabile, una magione con sinagoga, dalla famiglia di origine ebraica, Pumilia ha deciso di affidare il luogo sacro all'Ufficio speciale regionale diretto da Aurelio Pes.

Diverrà un centro sulla pace, luogo di confronto e dialogo per culture e religioni differenti.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

03 settembre 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia