Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Sfollati e sfrattati gli esseri leggendari, dell'ancor più leggendaria, Canneto di Caronia

La storia di Canneto di Caronia continua a riservare sorprese da brivido...

22 giugno 2005

Una storia che rimarrà negli annali quella dei misteriosi incendi di Canneto di Caronia, una storia che probabilmente, alle future generazione, verrà raccontata da qualcuno come leggenda.
E già come esseri leggendari, quindi non appartenenti alla parte scibile del nostro universo, vengono trattati i quattordici abitanti di Canneto che hanno dovuto lasciare le loro abitazioni per gli inspiegabili incendiche hanno fatto entrare di diritto Canneto, nel ''Libro Mastro dei Misteri''.
Ieri mattina, infatti, queste persone hanno ricevuto lo sfratto dal responsabile dell'albergo dove alloggiano.

Sfollati e sfrattati! E cosa chiedere di più dalla vita!
Secondo il titolare della struttura, che ieri ha tenuto una conferenza stampa, troppe spese non sono state ancora coperte dai fondi regionali (280 mila euro), nonostante l'ospitalità e i servizi garantiti agli sfollati. A detta del titolare della struttura, si è arrivati al limite massimo di sopportazione e senza i pagamenti rischierebbero il posto anche gli addetti che prestano servizio.

E poi che c'è di grave a sfrattare delle persone che hanno la consistenza dei folletti o degli spiriti?

Sulla vicenda è intervenuto il sindaco di Caronia, Pedro Spinnato, che ha firmato un'ordinanza con la quale impone ai titolari dell'albergo di continuare a fornire ospitalità ai senza casa fino al 24 giugno, quando dovrebbero essere completati i lavori per l'installazione di sensori nelle abitazioni della frazione.
''Sto ancora aspettando il nuovo provvedimento con cui l'albergatore ritira lo sfratto e ci comunica che possiamo tornare a dormire nella sua struttura''. Lo sostiene Antonio Pezzino, rappresentante dei cittadini di Canneto.

Nelle abitazioni, dove sono stati segnalati gli incendi, stanno per essere installati dei sensori.
Questa è un affermazione che è stata fatta e ripetuta un numero esagerato di volte. La verità è che gli abitanti nei mesi scorsi sono stati abbandonati a se stessi, e visto che i misteriosi misteri non si sono più verificati, carabinieri e protezione civile se ne sono andati dal luogo.
Stavolta però i sensori verranno installati...
''Questo però non mi rassicura - commenta Antonio Pezzino - per tornare in quella casa pretendo che mi spieghino con un documento scritto ciò che è successo e gli eventuali rischi. Non ci tengo a restare bruciato''.
Sì, perché le causa degli incendi di Canneto di Caronia, la piccola frazione fra la ferrovia e il mare, non sono state mai trovate...

- Ricordate Canneto di Caronia?

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

22 giugno 2005
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia