Si restaura la Cunziria di Vizzini, paese d'origine di Giovanni Verga

12 febbraio 2002
Giovanni Verga nacque a Catania il 31 agosto del 1840 e morì nell'abitazione di via Sant'Anna a Catania, che oggi accoglie il museo a lui intitolato, il 27 gennaio del 1922.

La sua prima formazione romantico-risorgimentale si svolse nel capoluogo etneo dove, abbandonando gli studi giuridici a cui lo aveva indirizzato il padre, un latifondista di Vizzini, decise di dedicarsi esclusivamente alla letteratura.

Trasferitosi a Firenze nel 1865 compose i suoi primi romanzi 'Una peccatrice' (del 1866) e 'Storia di una Capinera' (1871).

Successivamente a Milano frequentò l'ambiente degli Scapigliati, rappresentando in modo fortemente critico il mondo aristocratico-borghese nelle produzioni 'Eva' (1873), 'Tigre Reale' (1873) ed 'Eros' (1875).
In seguito alla scoperta del naturalismo francese giunge alla svolta decisiva verso il Verismo che sarà segnato dai racconti e dai romanzi di ambientazione siciliana: 'Vita nei campi' (1880), 'I Malavoglia' (1881), 'Novelle rusticane' (1883) e 'Mastro don Gesualdo' (1889).

Alla produzione narrativa si accompagnò quella teatrale, caratterizzata anch' essa da un'intensa drammaticità: 'Cavalleria rusticana' (1884), 'La lupa' (1884), 'In portineria' (1885), 'Dal tuo al mio' (1903).

A ottanta anni dalla morte dello scrittore la Provincia di Catania ha stanziato cinque miliardi di lire per il restauro del borgo della Cunziria di Vizzini, paese d'origine dei genitori dello scrittore.

Fonte: La Sicilia

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

12 febbraio 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia