Sicilia continente Gastronomico

La profondità della storia, la modernità dei gusti, l’innovazione dei servizi. Un incontro-dibattito promosso da Le Soste di Ulisse

09 novembre 2016
Sicilia continente Gastronomico

La scrittrice Simonetta Agnello Hornby, autrice di best seller tradotti in tutto il mondo, e il giornalista economico e scrittore Antonio Calabrò; l’esperto di biodiversità Paolo Inglese e il ricercatore di neuro marketing Vincenzo Russo, entrambi docenti universitari; il primo chef al mondo Massimo Bottura e il più noto tra i sommelier italiani Luca Gardini, campione del mondo di sommeleria nel 2010: sono alcuni dei nomi che daranno vita lunedì 21 novembre al convegno di chiusura dell’evento de Le Soste di Ulisse: "Sicilia continente Gastronomico".
A confrontarsi con loro sul tema "La profondità della storia, la modernità dei gusti, l’innovazione dei servizi", saranno il presidente delle Soste di Ulisse Ciccio Sultano e, come moderatore, il giornalista e saggista Carlo Ottaviano.

Il sottotitolo del convegno - "La profondità della storia, la modernità dei gusti, l’innovazione dei servizi" - sintetizza il significato dell’intero evento delle Soste di Ulisse che nei giorni 20 e 21 novembre porterà a Palermo nei saloni del Grand Hotel Villa Igea i direttori delle guide gastronomiche italiane, molti giornalisti della stampa estera, i rappresentanti delle più importanti aziende alimentari di eccellenze italiane.
Gli chef de Le Soste di Ulisse saranno i protagonisti della manifestazione con le loro interpretazioni culinarie che proporranno durante la cena di gala di domenica 20 novembre e nella versione cibo di strada nel pranzo del 21 novembre.
Interverranno i più autorevoli giornalisti di settore e la maggior parte di addetti ai lavori del settore del turismo e dell’enogastronomia di qualità.

A darne notizia il presidente dell’associazione: lo chef due stelle Michelin Ciccio Sultano. "La festa delle Soste di Ulisse sarà il luogo in cui potremo esprimere al meglio, coinvolgendo le più autorevoli testate giornalistiche e i migliori chef nazionali ed europei, le prospettive della cultura siciliana che nell’enogastronomia, nell’accoglienza e nell’ospitalità raggiunge livelli di eccellenza, per tradizione". "La ricerca della felicità - continua Sultano - che è l’essenza del nostro lavoro, è quasi una caratteristica antropologica dei siciliani, noi puntiamo a valorizzarla e a promuoverla ai quattro angoli del mondo".
Sono previsti decine e decine di ospiti e tanti chef a cominciare da Massimo Bottura, Davide Scabin, Heinz Beck e Gennaro Esposito che sono Ambasciatori del Gusto de Le Soste di Ulisse.

Lunedì 14 novembre, sempre al Grand Hotel Villa Igiea di Palermo (alle ore 12,00), Ciccio Sultano presenterà l’evento insieme agli chef Pino Cuttaia e Tony Lo Coco.

Le Soste di Ulisse è l’associazione presieduta dallo chef due stelle Michelin Ciccio Sultano che, nata nel 2002, riunisce fra i propri associati 35 ristoranti gourmet (tra cui i 13 chef stellati presenti in Sicilia), 22 charming hotel e 2 maestri pasticceri, oltre ad una ricca e rinnovata collezione di cantine che raccoglie le migliori espressioni enologiche siciliane.
Le Soste di Ulisse si avvalgono, inoltre, di 7 chef ambasciatori del gusto che sostengono l’associazione in Italia ed all’estero:
Massimiliano Alajmo, Heinz Beck, Massimo Bottura, Gennaro Esposito, Peppe Giacomazza, Nino Graziano e Davide Scabin, che da tempo ormai sono al fianco dell’associazione.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

09 novembre 2016

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia