Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Sicilia & India stesso punto di vista

Le piccole e medie imprese siciliane guardano con estermo interesse al mercato indiano

14 novembre 2008

Si sono conclusi l'altro ieri, mercoledì 12 novembre, a Palermo, i lavori del convegno "Sicilia & India stesso punto di vista. Le imprese siciliane sbarcano in uno dei principali Paesi emergenti del mondo". Nel corso dell'incontro, sono stati presentati i risultati delle missioni istituzionali e operative realizzate in India dalle imprese siciliane guidate da rappresentati della Regione.

"L'economia siciliana guarda con grande attenzione all'India", ha detto a margine dell'incontro l'assessore Roberto Di Mauro. "Si tratta di una delle principali economie del mondo. In tema di internazionalizzazione", ha aggiunto, "tre sono i percorsi da assicurare: la concentrazione delle risorse su interventi importanti, la coerenza delle iniziative tra le attività messe in campo dalla Regione e quelle dello Stato, il supporto alle imprese che si vogliono affacciare ai mercati d'oltreoceano, offrendo servizi reali, da quello informativo a quello di assistenza tecnica e di orientamento". "E' importante avviare 'sistemi imprenditoriali' verso obiettivi diversificati: dall'export al miglioramento aziendale, a qualità garantite ed elevate in grado di attrarre nel territorio investimenti esteri. E - ha concluso Di Mauro - affiancare le imprese, aiutandole a realizzare insediamenti produttivi in altri Paesi".

Erano presenti al convegno, il dirigente generale dell'assessorato, Giovanni Lo Bue, Maurizio Tomalino, coordinatore del progetto Paese India, Sunil Sharma, esperto del mercato indiano, Giuseppe Seminara, presidente della piccola industria di Confindustria Palermo e delegato all'internazionalizzazione della Camera di Commercio, Pavan Joseph, rappresentante della segreteria organizzativa di Mumbai, Massimo Plescia, esperto RTI management di progetto e Maurizio Nicolai, Quality assurance progetto Paese India.

27 aziende siciliane appartenenti ai settori di maggiore interesse per la Sicilia (meccanico, Information & Communication Technology, agroalimentare e vitivinicolo, turistico, cinematografico) dal 22 al 27 settembre scorso hanno partecipato alla missione in India, promossa dall'assessorato, nell'ambito del Progetto Paese, con i fondi dell'Unione Europea (Por 2000-2006, Fondo Europeo di Sviluppo Regionale).
Tra gli obiettivi: far conoscere il territorio della regione e le sue realtà economiche, promuovendo il "Sistema Sicilia" come sinonimo di qualità; costruire una cornice politico-istituzionale in grado di garantire un supporto stabile e duraturo per le imprese interessate ad avviare rapporti commerciali con lo stato indiano; realizzare accordi di cooperazione economico-istituzionale nei settori individuati; individuare modelli di sviluppo e buone pratiche che permettano programmi di scambio e collaborazioni con università, istituti di ricerca, centri di alta formazione e imprese multinazionali; fornire tutti gli elementi utili all'attrazione di investimenti nell'Isola, anche, attraverso l'illustrazione della macchina amministrativa locale, segnalando le importanti riforme che hanno snellito i processi amministrativi e semplificato l'avvio di attività d'impresa.

A dicembre, è prevista una missione di incoming: le aziende indiane incontrate nel corso della missione di settembre arriveranno in Sicilia per consolidare le relazioni intraprese. Si tratta di aziende del settore dell'Information & Communication Technology, turistico e cinematografico. [Aise]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

14 novembre 2008
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE