Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Soffia lo scirocco, scoppiano i primi incendi

Fiamme sulle Madonie ed fuoco vicino alle case. Il corpo forestale lamenta mancanza di fondi regionali

28 aprile 2017
Soffia lo scirocco, scoppiano i primi incendi

Torna a soffiare il vento di scirocco in Sicilia e incendi divampano soprattutto in zone invase dalle sterpaglie. I vigili del fuoco, gli uomini della protezione civile e della forestale nella giornata di ieri sono stati impegnati a spegnere un vasto rogo che ha coinvolto Pollina, Finale di Pollina e Gratteri. Il fuoco ha lambito alcune zone abitate, ma non ci sono danni a persone o cose. Ieri in serata i canadair hanno sorvolato la zona per cercare di delimitare il fronte di fuoco.
Questa mattina sono ancora al lavoro due squadre di pompieri che sono in difficoltà perché l’incendio è attivo in zone impervie e difficili da raggiungere con i mezzi di terra. In mattinata i canadair torneranno a effettuare nuovi lanci d’acqua per cercare di spegnere definitivamente in fronte di fuoco.

Ma già da 48 ore due vasti incendi hanno messo in moto la macchina dei soccorsi a Piana degli Albanesi e a Casteldaccia. Un rogo è divampato in contrada Dingoli, dove sono intervenute diverse squadre dei vigili del fuoco per cercare di fronteggiare le fiamme molto alte. Per evitare l'espandersi dei roghi anche ad alcune villette è stato necessario l'intervento di un canadair che per ore ha eseguito diversi lanci nella zona. Mentre, due giorna fa sei squadre di vigili del fuoco sono state impegnare a Casteldaccia in contrada Grifeo per spegnere un incendio che ha minacciato tre maneggi.

L’ispettore del Corpo forestale, Salvatore Vinciguerra, si dice molto preoccupato per la mancanza di fondi regionale. "Aspettiamo i fondi per la gestione ordinaria di uomini e mezzi, più si ritarda più sarà urgente e complessa l’attuazione della procedure di affidamento di beni e servizi". Per il momento in finanziaria non sono stati stanziati neanche i fondi per il servizio di antincendio boschivo. "Questo - sostiene Vinciguerra - potrebbe far slittare le assunzioni e anche l’avvio della campagna di antincendio che secondo calendario dovrebbe partire il 15 giugno e terminare il 15 ottobre". Ma secondo Vinciguerra i cosiddetti fondi per la gestione ordinaria non bastano e conclude con un'amara considerazione: "Il corpo forestale siciliano va avanti con mezzi vetusti e uomini sempre più anziani. Perciò sarebbe necessario un incremento dei fondi stanziati in finanziaria. Si spera non si presentino condizioni meteo avverse come forte vento di scirocco e di caldo straordinari prima del 15 giugno, perché per ora la macchina dell’antincendio è in stand by". [Informazioni tratte da GdS.it]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

28 aprile 2017
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE