Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Storie di vaccino e di nuove amicizie. Ines, Simin e Cristina

Questa è stata "Proteggi te e i nonni", l'iniziativa della Regione Siciliana che si è conclusa ieri, domenica 23 maggio, alla Fiera del Mediterraneo

24 maggio 2021
Storie di vaccino e di nuove amicizie. Ines, Simin e Cristina
  • Hai un'attività che vuoi rendere visibile? Fallo ora gratuitamente - CLICCA QUI

Quando il vaccino diventa internazionale. Ines Cainer è una splendida 84enne argentina, da tempo cittadina italiana e orgogliosamente palermitana. Scrive libri sul Sudamerica (e non solo): ha percorso tutto il continente per raccontarlo. In Italia è arrivata negli anni Ottanta, mentre il suo Paese viveva ancora la ferita aperta dei desaparecidos.

Il 22 maggio si è vaccinata contro il Coronavirus alla Fiera del Mediterraneo; grazie a lei hanno potuto immunizzarsi anche Cristina Palazzolo e Simin Ighani, palermitane di 27 e 39 anni. Simin lavora in banca e ha origini persiane: molti anni fa il padre si è trasferito a Palermo, innamorato di una città diventata la sua e della sua famiglia.

Un vaccino per tre continenti - America, Europa e Asia - in un hub dal nome simbolico come la Fiera del Mediterraneo, mare che unisce, crocevia di culture.

A renderlo possibile è stata l'iniziativa della Regione Siciliana "Proteggi te e i nonni" che si è conclusa ieri, domenica 23 maggio, nella quale gli over 80 accompagnati da over 18 (anche se non si è legati da vincoli di sangue) hanno ricevuto la somministrazione del vaccino (per gli over 18 un siero a vettore adenovirale, il monodose Johnson & Johnson o Vaxzevria, nuovo nome del vaccino AstraZeneca, per gli anziani la dose di un vaccino a mRna, Pfizer o Moderna). Un'opportunità importante, specie per i più giovani, che si sono potuti vaccinare in tempi brevi. Per il commissario Covid di Palermo, Renato Costa, un'esperienza da ripetere.

Ines Cainer e Simin Ighani

Cristina ha conosciuto Ines tramite un amico in comune; sapendo dell'iniziativa regionale, non ci ha pensato un attimo a contattarla e a coinvolgere la collega e amica Simin che, da trentanovenne, non rientrava per un soffio nel target della campagna vaccinale. Così ha approfittato di "Proteggi te e i nonni". "Credo nella scienza e nell'importanza del vaccino - ha affermato Simin -. È l'unico modo per uscirne presto e tornare alle nostre vite".
Anche Ines adesso è vaccinata e felice: "Abbiamo fatto qualcosa di importante per noi stesse e per l'umanità oggi. L'organizzazione è stata impeccabile, da grande città quale è Palermo, troppo spesso criticata".

Ines Cainer e Cristina Palazzolo

"Ci stiamo salvando la vita a vicenda - ha detto Cristina, un amore incondizionato per il sindacato e la politica, laureata in Commercio internazionale e financial advisor junior presso un rinomato istituto di credito -. Essendo troppo giovane non avrei potuto vaccinarmi e quello di oggi per me è stato un grande regalo: ad agosto mi sposo. Avevo paura di non riuscire a immunizzarmi in tempo per il mio matrimonio. Il vaccino, poi, mi ha dato modo di conoscere Ines, una nuova amica speciale: abbiamo molte idee in comune. In lei vedo la me del futuro".

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

24 maggio 2021
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE