Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Sulla responsabilità civile toghe...

L'Associazione nazionale magistrati: "La norma va stralciata, le correzioni non bastano"

21 marzo 2012

"La norma sulla responsabilità civile dei magistrati, così come è formulata nell'emendamento Pini, va stralciata dalla legge Comunitaria". E' la posizione espressa da una delegazione dell'Associazione nazionale magistrati nel corso dell'audizione davanti alla Commissione giustizia del Senato. Interventi correttivi, ha sottolineato l'Anm, non sono sufficienti a garantire autonomia e indipendenza dei magistrati, che la responsabilità diretta minaccerebbe.
A intervenire davanti alla Commissione, nell'ambito di un'indagine conoscitiva sull'argomento, sono stati, in rappresentanza delle correnti, Anna Canepa, di Area (che raggruppa Magistratura democratica e Movimento per la giustizia), Giuseppe Creazzo di Unicost e Cosimo Ferri di Magistratura indipendente. La delegazione ha poi depositato un documento.

"Passi indietro non risolverebbero il problema" ha spiegato Cosimo Ferri, che giudica "insufficiente l'ipotesi di eliminare la responsabilità diretta" come ipotizzato nel vertice della scorsa settimana tra il premier Mario Monti e i partiti della maggioranza. "Bisogna intervenire anche sull'azione di rivalsa" per evitare il rischio di un "giudice intimorito, soggetto all'azione di una delle parti", e "limitato nella sua azione interpretativa".
L'Anm ha poi invitato a sfatare l'equivoco che a chiedere la norma sia l'Europa. "Nessun Paese europeo prevede la responsabilità diretta del magistrato - ha ricordato Anna Canepa - e l'azione di risarcimento fa capo allo Stato". E lo Stato, ha sottolineato Giuseppe Creazzo, "non può arretrare rispetto ai principi costituzionali di autonomia e indipendenza della magistratura".

"In nessuno Stato dell'Ue è prevista la responsabilità diretta del magistrato", ha affermato dal canto suo il ministro della Giustizia, Paola Severino che sottolinea: "Neanche la sentenza, più volte evocata, della Corte di giustizia europea, richiede questo tipo di disciplina". Il ministro tuttavia ricorda ai commissari che attualmente "il tema è in commissione al Senato e poi andrà al vaglio del Parlamento". Di recente, si ricorda, anche il plenum del Csm aveva espresso parere negativo su una normativa che prevedese la responsabilità civile diretta dei magistrati. [Adnkronos/Ign]

- Sulla responsabilità civile dei magistrati (Guidasicilia.it, 02/02/12)

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

21 marzo 2012
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia