Taormina Filmfest 2001

Ancora un'edizione che guarda alla produzione in inglese, ma con un occhio ai Siciliani

23 giugno 2001

Con la consegna dei Nastri d'Argento durante la serata di apertura, il Taormina FilmFest inaugurerà la sua 47° edizione. Oltre ai Nastri verranno assegnati due premi speciali, i Taormina Arte Diamond Award: il primo sarà per Miriam Makeba, il cui recital concluderà il festival la sera del 7 luglio; il secondo per il regista Ettore Scola, del quale verranno proiettati, Concorrenza sleale il suo ultimo film uscito quest'inverno e due dei suoi film più famosi C'eravamo tanto amati e Brutti, sporchi e cattivi. Emir Kusturica e la sua band "No Smoking" concluderanno questa serata di premiazione con uno show musicale.

Come di consueto sull'immenso schermo del Teatro Antico, verranno presentate alcune importanti anteprime cinematografiche: Evolution diretto da Ivan Reitman con David Duchovny, Julianne Moore , Enigma di Michael Apted con Kate Winslet e Dougray Scott; The Hole di Nick Hamm con Thora Birch, Kiss Kiss Bang Bang di Steward Sugg con Chris Penn e Stellan Skarsgard, e due pellicole che segnano due interessanti debutti alla regia: Anniversary Party diretto dall'attrice Jennifer Jason Leigh in tandem con Alan Cumming e il singolare South West 9 diretto dal ventiseienne regista britannico Richard Perry.

Tra gli eventi più attesi del Festival l'ultimo film di Joel Schumacher Tigerland, storia di grande impatto sul durissimo e spietato addestramento di un gruppo di giovani reclute prima di essere mandate ad affrontare la ferocia della guerra del Vietnam, e per restare in tema, la versione rimontata e integrata di 53 minuti del leggendario film di Francis Ford Coppola Apocalipse Now Redux, già presentata al festival di Cannes. Tra le anteprime anche il divertente esordio nella regia di un esperto di effetti visivi e story board, l'italiano Mauro Borrelli, con il film di produzione americana Goodbye Casanova, il film del polacco Jurek Bogajevicz The edges of the Lord con Willem Dafoe e Haley Joel Osment e To end all wars di Roger Cunningham con Robert Carlyle e Kiefer Sutherland.

Pur non presentando neppure un film di produzione italiana il Festival onorerà il nostro cinema con una retrospettiva dedicata a Luigi Comencini, con 14 titoli tra i quali Pane e amore e fantasia, La ragazza di Bube, Lo scopone scientifico, La donna della domenica, L'ingorgo e una rassegna di film italiani restaurati tra i quali La terra trema di Luchino Visconti, Gli sbandati di Francesco Maselli, Signore e signori di Pietro Germi, Il bell'Antonio di Mauro Bolognini.
Tra le nuove iniziative del Festival la prima rassegna dedicata ad autori ed attori siciliani, articolata in due sezioni, una dedicata a cortometraggi di registi siciliani e l'altra agli attori siciliani di talento.
Il Festival si concluderà con l'atteso recital della cantante Miriam Makeba dedicato al sostegno dei bambini africani ammalati di AIDS.

Valeria Chiari - Primissima


I FILM ITALIANI IN CONCORSO

Regista del miglior film italiano:
Nanni Moretti (La Stanza del figlio),
Ferzan Ozpetek (Le fate ignoranti),
Gabriele Muccino (L'ultimo bacio),
Marco Tullio Giordana (I cento passi),
Ermanno Olmi (Il mestiere delle armi).

Regista italiano esordiente:
Andrea e Antonio Frazzi (Il cielo cade),
Daniele Gaglianone (I nostri anni),
Giuseppe Rocca (Lontano in fondo agli occhi),
Gionata Zarantonello (Medley),
Alex Infascelli (Almost Blue).

Attrice protagonista:
Laura Morante (La Stanza del figlio),
Margherita Buy (Le fate ignoranti),
Giovanna Mezzogiorno (L'ultimo bacio),
Lorenza Indovina (Almost Blue),
Lucia Poli (Gostanza da Libbiano).

Attore protagonista:
Stefano Accorsi (Le fate ignoranti),
Luigi Lo Cascio (I cento passi),
Diego Abatantuono / Sergio Castellitto (Concorrenza sleale);
Aldo, Giovanni e Giacomo (Chiedimi se sono felice),
Antonio Albanese / Fabrizio Bentivoglio (La Lingua del Santo).

Attrice non protagonista:
Jasmine Trinca (La Stanza del figlio),
Sabrina Impacciatore / Stefania Sandrelli (L'ultimo bacio),
Lucia Sardo (I cento passi), Sabrina Impacciatore (Concorrenza sleale),
Ornella Muti (Domani)

Attore non protagonista:
Silvio Orlando (La Stanza del figlio),
Luigi Maria Burruano (I cento passi),
Claudio Santamaria (Almost Blue),
Ivano Marescotti (La lingua del Santo e Un delitto impossibile),
Giancarlo Giannini (Hannibal)

Produttore:
Fabrizio Mosca (La Stanza del figlio),
Tilde Corsi e Gianni Romoli (Le fate ignoranti e Kippur),
Domenico Procacci (L'ultimo bacio ),
Fabrizio Mosca (I cento passi),
Pasquale Scimeca (Placido Rizzotto),
Domenico Procacci (Il partigiano Johnny).

Soggetto:
Nanni Moretti (La Stanza del figlio),
Ferzan Ozpetek (Le fate ignoranti),
Furio Scarpelli (Concorrenza sleale),
Gianluca Maria Tavarelli (Qui non è il paradiso),
Edoardo Winspeare e Giorgia Cecere (Sangue vivo).

Sceneggiatura:
Nanni Moretti / H. Schleef / L. Ferri (La Stanza del figlio),
Ferzan Ozpetek / G. Romoli (Le fate ignoranti),
Claudio Fava / Monica Zappelli / Marco Tullio Giordana (I cento passi),
G. Tavarelli / L. Fasoli (Qui non è il paradiso),
Francesca Archibugi (Domani).

Fotografia:
Beppe Lanci (La stanza del figlio),
Fabio Olmi (Il mestiere delle armi),
Pasquale Mari (Placido Rizzotto),
Arnaldo Catinari (Chiedimi se sono felice),
Pasquale Rachini (I cavalieri che fecero l'impresa).

Scenografia:
Bruno Cesari (Le fate ignoranti),
Luciano Ricceri (Concorrenza sleale),
Luigi Marchione (Il mestiere delle armi),
Francesco Frigeri (Malena),
Giuseppe Pirrotta (I cavalieri che fecero l'impresa).

Canzone:

Tiro Mancino (Le fate ignoranti),
Carmen Consoli (L'ultimo bacio),
Samuele Bersani (Chiedimi se sono felice),
Piero Marras (Un delitto impossibile).

Musica:
Ennio Morricone (Malena),
Massimo Volume (Almost Blue),
Agricantus (Placido Rizzotto),
Zoé (Sangue vivo),
I Goblin (Non ho sonno).

Montaggio:

Claudio Di Mauro (L'ultimo bacio),
Roberto Missiroli (I cento passi),
Massimo Quaglia (Malena),
Massimo Germoglio (Honolulu baby).

Costumi:

Odette Nicoletti (Concorrenza sleale),
Francesca Sartori (Il mestiere delle armi),
Maurizio Millenotti (Malena),
Nanà Cecchi (I cavalieri che fecero l'impresa),
Alessandro Lai (Rosa e Cornelia)

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

23 giugno 2001

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia