Traffico in aumento all'aeroporto etneo di Fontanarossa

Registrati 80 mila passeggeri a Catania nel primo weekend di agosto: l'11,90% in più rispetto allo stesso periodo del 2009

09 agosto 2010

Con oltre 80 mila passeggeri in transito nel primo fine settimana di agosto - dato in crescita dell’11,90% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, quando i viaggiatori furono 71.491 - Fontanarossa si conferma la porta d’ingresso principale per la Sicilia ma anche la pista di decollo preferita da tutti i siciliani col pallino del viaggio. Lo confermano i dati di traffico elaborati dagli analisti della SAC, la società di gestione dello scalo catanese, che in questo 2010 oltre a registrare un aumento costante e consistente del numero dei passeggeri in transito da Fontanarossa, hanno rilevato una crescita non indifferente del comparto charter. Degli 80 mila utenti che dal 6 all'otto agosto hanno fatto base nello scalo dell’Etna, infatti, 12.500 sono quelli dei voli charter. Un dato fortemente migliorativo rispetto al periodo analogo dello scorso anno, quando si erano registrati appena 9.707 passeggeri (+28,77).

Si preferisce partire di sabato (aumentati del 70% i voli in questa giornata) per raggiungere le spiagge di Tunisi e Spalato (in Croazia), o per le mete più fresche di Varsavia e Bruxelles. In crescita pure i voli per Lione, mentre fanno il loro ingresso fra le "preferenze" dei siciliani in vacanza località dalla storia e dalle tradizioni assolutamente opposte. Fra le novità, infatti, c’è Mikonos, la più mondana delle isole greche, ma anche Santiago de Compostela, in Spagna, meta di viaggiatori religiosi e laici in cerca di spiritualità o solo di silenzio. Nuove anche le destinazioni per Praga, Copenaghen, Mostar (Bosnia Erzegovina) e a Bourgas (Bulgaria, sul Mar Nero) inaugurate con la stagione "Summer 2010".

Dati sempre in crescita, al Fontanarossa, anche a dispetto delle previsioni
: nonostante le stime di SAC indicassero un traffico passeggeri di 76 mila presenze, l’ultimo weekend di luglio ha registrato un transito di circa 78 mila utenti: un aumento legato a un maggior load factor, il fattore di riempimento dei voli, che ha fatto crescere ulteriormente i dati complessivi del mese di luglio (circa +6,3%).
Un trend positivo quello dell’Aeroporto Internazionale di Catania - scalo di riferimento di 3 milioni di siciliani residenti in 7 delle 9 province - favorito anche dagli ottimi collegamenti intermodali presenti a Fontanarossa con tutte le città e i comuni della Sicilia centro-orientale: più lontane, come Agrigento e Caltanissetta, per esempio, sono collegate giornalmente da 16 corse con lo scalo di Catania. Mentre la mobilità all’interno del perimetro cittadino è assicurata dall’Alibus dell’AMT, l’Azienda municipale trasporti, che con la tariffa di un biglietto urbano, appena 1 euro, collega ogni mezz’ora Fontanarossa al capolinea della Stazione Centrale - dove s’interseca anche la fermata della Metropolitana (FCE) - in un percorso che attraversa le grandi vie di comunicazione della città come la via Etnea e il Viale XX Settembre. Il primo Alibus parte alle 5 dalla Stazione Centrale, mentre l’ultima corsa parte alle 24 da Fontanarossa. [Informazioni tratte Ansa, GdS.it]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

09 agosto 2010

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia