Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Un altro messaggio di Bin Laden: dopo le accuse all'Europa e al Papa, un appello per ''liberare la Palestina''

21 marzo 2008

All'indomani della diffusione del video con le accuse all'Europa per le vignette contro Maometto e contro Benedetto XVI, a suo giudizio coinvolto in una "crociata" contro l'Islam (leggi), Osama Bin Laden torna a parlare. Questa volta il messaggio audio, diffuso dall'emittente Al Jazeera, è dedicato interamente alla situazione di Gaza e all'embargo imposto dalle autorità israeliane.
"Da tempo i palestinesi sono vittime degli ebrei e dei cristiani - dice la voce - ma l'unica via per liberarsi è quella del Jihad, non quella delle trattative".
Nel messaggio, la voce attribuita a Bin Laden invita i palestinesi a usare "ferro e fuoco" per mettere fine al blocco della Striscia di Gaza e "liberare la loro terra". E crea un legame diretto fra Iraq e palestinesi, facendo appello ai musulmani affinché sostengano con forza la lotta contro le forze di occupazione americane in Iraq come un modo per "liberare la Palestina".

Il messaggio è rivolto direttamente alla "nazione musulmana", e dice ancora che "nonostante l'embargo così pesante, si presenta a te la possibilità di liberarti dall'umiliazione imposta dall'alleanza sionista e crociata. Ma per farlo - continua - devi liberarti della viltà che ci hanno trasmesso i capi di stato arabi loro alleati e anche gli Ulema e i capi dei gruppi islamici, senza differenza tra chi è al governo e all'opposizione. Tutti hanno paura di fare il Jihad, perché sono servi dei governanti. Alcuni gruppi parlano contro il Jihad, dicendo di farlo nell'interesse di tutti".
Il presunto sceicco del terrore ritiene che l'embargo sia un effetto della conferenza internazionale di pace di Annapolis dello scorso novembre e accusa gli Ulema, che sostengono i governi arabi che hanno partecipato all'incontro, di aver "deviato" i musulmani. "La Palestina non tornerà nelle nostre mani con le trattative né con le elezioni, non abbiate paura del Jihad e prendete esempio dall'Iraq, che è il campo di battaglia più vicino e servirà per liberare la Palestina", conclude il leader di al Qaeda, con un appello ai musulmani a entrare nella cellula irachena dell'organizzazione terroristica.

 

 

 

 

 

 

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

21 marzo 2008
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE