Un caso sospetto di ''mucca pazza'' in un allevamento di Ragusa

31 ottobre 2006

La notizia è stata resa nota dall'Istituto zooprofilattico sperimentale della Sicilia, che nel contesto dell'attività di ''sorveglianza attiva'', ha rilevato ''una sospetta positività alla BSE per una bovina di razza Bruna in un allevamento nel territorio di Ragusa''. Le autorità hanno subito attivato un cordone sanitario: ''L'intero allevamento è stato posto sotto sequestro in via cautelativa, come prevede la legge ed è stato effettuato il test per la ricerca della proteina prionica su tutti i bovini regolarmente macellati presso l'impianto, dal quale è emersa solo una sospetta positività''.
Come avviene in questi casi il campione prelevato è stato inviato al centro di referenza nazionale per la Bse, presso l'Istituto zooprofilattico del Piemonte, Liguria e Valle D'Aosta con sede a Torino, per la verifica della sospetta diagnosi. ''Lo stop imposto alle procedure di macellazione - si legge nella nota diffusa dell'assessorato regionale alla Sanità - conferma, ancora una volta, l'attenzione che i laboratori di controllo dell'Istituto zooprofilattico rivolgono alla diagnosi della Bse a scopo preventivo secondo quanto previsto dalla legge in materia, azzerando il rischio''. Si attendiamo pertanto con serenità i dati finali che saranno forniti dall'Istituto zooprofilattico torinese. [La Sicilia, 30/10/2006]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

31 ottobre 2006

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia