Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Un'Italia piena di capelli, quella che ha sempre avuto in mente Silvio Berlusconi

Nuovo trapianto di capelli per il presidente del Consiglio a un anno dal primo intervento

08 agosto 2005

Se si parte dal concetto che ''l'uomo è una macchina perfetta'', è normale ragionare che per una buona macchina si ha bisogno di un buon meccanico che aggiorni il ''tagliando'' ogni qualvolta la garanzia di perfezione si avvicina al periodo di revisione. 
E infatti, a un anno esatto dal primo intervento, Silvio Berlusconi - definito dal suo medico personale, Umberto Scapagnini, ''tecnicamente immortale'' - si è sottoposto a un nuovo trapianto di capelli.
Abbiamo iniziato parlando di macchina perfetta, e la perfezione non può prescindere certo da una lucida e nuova tappezzeria.

Parlavamo poi del meccanico, e quale miglior meccanico se non quello di fiducia, che conosce perfettamente gli ingranaggi e la loro storia? Il Cavaliere ha scelto infatti lo stesso chirurgo, lo stesso ambulatorio e la stessa tecnica del precedente intervento: ''chi lascia la strada vecchia per la nuova...''
Il presidente del Consiglio, in barba al fiato sul collo dei terroristi islamici, si è recato la scorsa settimana, di buon mattino, nell'ambulatorio del chirurgo estetico ferrarese Piero Rosati.

Per il presidente del Consiglio si è trattato di un vero e proprio trapianto. Un'operazione sta volta senza segreti, il professor Rosati lo aveva anticipato al Resto del Carlino un paio di mesi fa: una replica del primo intervento sarebbe stata necessaria entro un anno dall'operazione, datata 5 agosto 2004. Di qui la nuova, puntuale, trasferta ferrarese. Nel 2004, come ricorderanno tutti, l'operazione è stata ricostruita a posteriori, partendo dalla ormai celebre immagine di Berlusconi con la bandana che passeggia a Portorotondo in compagnia di Tony Blair e consorte. Quello della scorsa settimana invece, è stato un intervento annunciato, che ha tenuto il premier per oltre cinque ore sotto i ferri.

Sembra di sentire un sonoro ''ecchisenefrega!''. Legittimo, in un paese democratico.
Ma siamo in estate, e un piccolo gossip non ci sta poi male, quindi ci va di raccontare pure che un intervento come quello scelto dal presidente Berlusconi nell'ambulatorio del professor Piero Rosati costa circa 6 mila euro.
Manco a dirlo, dall'anno scorso la fama del chirurgo di origine abruzzese non ha fatto che crescere, e portare in via Piangipane tanti nuovi pazienti, più o meno noti, decisi a ''mettersi un'idea in testa'' proprio come recitava il vecchio spot di Cesare Ragazzi.

Volente o nolente, bisogna ammettere che un po' di curiosità ce l'hanno tutti di vedere come comparirà adesso il ''ragazzo di sessant'anni'' che dal 2001 rappresenta l'Italia e gli Italiani, volenti o ''dolenti''.

- ''Il look, la riforma più riuscita del premier che sfida il tempo'' di Sebastiano Messina (Repubblica.it)

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

08 agosto 2005
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia