Un nuovo studio antropologico ha scoperto che la pittura astratta è nata centinaia di migliaia di anni fa

30 settembre 2006

Molti studiosi di Storia dell'Arte, nonché tantissimi artisti, antichi e recentissimi, lo hanno sempre saputo: è molto probabile che già 200 mila anni fa l'uomo utilizzasse i colori non solo nell'arte rappresentativa, ma anche per la decorazione del proprio corpo in modo astratto, simbolico.
Possibile conferma, a quello che intuitivamente in molti sono già arrivati da tempo, è stata data dal professor Lawrence Barham, antropologo ricercatore presso dell'Università di Liverpool, che dopo aver studiato per ben 10 anni il sito archeologico di Twin Rivers, in Zambia, ha spiegato che i pigmenti di origine minerale ritrovati in quel contesto lasciano pensare che venissero utilizzati dagli uomini nei rituali, per realizzare delle specie di tatuaggi sulla propria pelle.

Se così fosse, dovremmo spostare indietro di almeno 100 mila anni la data in cui si suppone che l'individuo abbia conquistato il ''pensiero astratto'', ovvero la capacità di concettualizzare, di creare un simbolo, un'immagine a rappresentazione di qualcos'altro. Una tappa importante, questa, nello sviluppo della conoscenza dell'uomo, che ci dice qualcosa sullo sviluppo del linguaggio complesso e della matematica.
E' lo stesso professor Barham a sottolineare infatti che ''il simbolismo dei colori è un'astrazione'', e che ''non è possibile elaborare tale astrazione senza la conoscenza del linguaggio: per questo motivo è così importante capire quale utilizzo facessero i nostri antenati del colore, poiché in questo modo è possibile giungere a una più precisa datazione del momento in cui nacque il linguaggio''.


Nelle foto: Pittogrammi della Grotta dei Cervi (Salento) - un quadro di Paul Klee ''Embrance''

 

 

 

 

 

 

 

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

30 settembre 2006

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia