Un premio ex aequo a Dario Fo e Roberto Benigni da ''Ribera: città del riso''

21 marzo 2002

Il concorso "Riso 2002: Giuseppe Ganduscio" è organizzato dalla redazione del quindicinale "Ribera, città del riso", con l'obiettivo di promuovere e incrementare la "Cultura del Riso".

Ogni anno vengono premiati personaggi che hanno operato per la diffusione della sana allegria e con una risata hanno toccato il cuore della gente.

Quest'anno il primo premio, ex aequo, è toccato a Roberto Benigni e Dario Fo.

Per Dario Fo la motivazione della giuria sottolinea "l'instancabile impegno per mettere in risalto vizi e difetti dei potenti di turno, con arguta e fervida intelligenza" oltre a ricordare la donazione da parte del "guitto"di un furgone destinati ai bambini riberesi, portatori di handicap.

Per il comico toscano, il Benigni nazionale, campione di comicità e satira, si legge nella motivazione del premio "per essere riuscito con il film "La vita è bella" a trasformare una vicenda fortemente drammatica in un momento di grande ed amaramente "risosa" riflessione sui crimini commessi durante l'ultima guerra mondiale".

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

21 marzo 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia