Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Una volta era sacro il vincolo del matrimonio...

In Sicilia matrimoni religiosi sempre più in crisi: aumentano le richieste di annullamente e diminuiscono i matrimoni in chiesa

16 aprile 2011

Sempre più in crisi il matrimonio religioso in Sicilia. Nel 2010 sono state 238 le unioni 'indissolubili' annullate dal Tribunale ecclesiastico regionale, 11 delle quali per infedeltà. Concluse a sentenza complessivamente 265 cause di cui 238 con sentenza affermativa, mentre altre 27 con sentenza negativa. Altre 18 cause sono state archiviate e 32 sono state rinviate. Complessivamente sono state 1.165 le cause trattate: 845 quelle pendenti al 1 gennaio 2009 più le 330 introdotte. Un numero che sostanzialmente resta invariato dal 2007 ma che conferma la crisi del matrimonio religioso.
Svariate le motivazioni addotte per la nullità dei matrimoni. Resta alto il numero per simulazione di consenso 297 su 411. Continuano poi i casi per esclusione della sacramentalità: 6 in tutto. Cresce, rispetto agli anni precedenti, il numero dei casi previsti per incapacità: 67.

Ecco i motivi di nullità addotti nelle cause concluse con sentenza nel 2010: 105 per esclusione dell'indissolubilità, 6 per simulazione totale, 125 per esclusione della prole, 11 per esclusione della fedeltà, 15 per minacce e timore, 6 per errore sulla qualità della persona, 13 per incapacità di assumere oneri coniugali, 1 per impotenza, 10 per difetto di discrezione di giudizio, 7 per dolo e 2 per esclusione del matrimonio stesso.
Infine per quanto riguarda la durata effettiva dei matrimoni di cui e' stata chiesta la dichiarazione di nullità del 2010 spiccano i 16 casi matrimoni religiosi durati meno di tre mesi, i 15 meno di sei mesi e i 43 meno di un anno. Sono ben 9 i matrimoni in cui e' stato chiesto l'annullamento dopo 20 anni di matrimonio e 4 dopo 25 anni di matrimonio.

Secondo il Tribunale eccelsiastico il quadro "si tinge di tinte ancora più fosche se si pensa che i matrimoni in Sicilia continuano a diminuire", passando da 24.334 del 2008 ai 23.016 del 2009. Di questi soltanto 17.496 sono stati celebrati in chiesa contro i 18.669 del 2008. "I dati che abbiamo nelle mani sono davvero preoccupanti - dice monsignor Ludovico Puma, vicario giudiziale nella relazione sull'attività del Tribunale ecclesiastico dell'anno giudiziario 2010 - e ci pongono gravi interrogativi sull'autenticità della fede e della vita cristiana delle nostre comunità ma anche il degrado morale e i mutamenti culturali".
Sono ancora 892 le cause pendenti al 1 gennaio 2011. Il numero più alto spetta alla provincia di Palermo con 61 annullamenti, seguita da Catania con 29 annullamenti dichiarati e Agrigento con 21. [Adnkronos/Ing]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

16 aprile 2011
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia