Via l'autodromo da Pergusa!

Il Comitato spontaneo "Io sono il Lago di Pergusa" chiede la dismissione del circuito automobilisitco

28 giugno 2018
Via l'autodromo da Pergusa!

I lavori di manutenzione straordinaria che la Pirelli, dopo l'accordo con l'Ente autodromo di Pergusa, sta effettuando nel circuito, si stanno compiendo senza rispettare le regole dettate dall'unione Europea sulla "valutazione di incidenza" che espone la comunità ad una sanzione europea dal costo gravissimo.
Così il Comitato spontaneo "Io sono il Lago di Pergusa", ha lanciato una petizione in difesa del lago del mito, chiedendo alla Regione Siciliana la dismissione dell'autodromo e che sia varato un progetto per la riqualificazione delle aree oggi occupate dall'impianto motoristico. Il comitato chiede, anche, che il Ministero dell'Ambiente del Territorio e del Mare, dichiari l'interesse nazionale del Lago di Pergusa e l'istituzione di un apposito Parco Nazionale e all'Unione Europea che si adoperi affinché non venga ulteriormente acuito e perpetrato l'impatto, già gravissimo, dell'impianto motoristico e del sistema fognante dell'area pergusina.

"Siamo fermamente convinti che la dismissione e, se necessario, il trasferimento dell'autodromo ed il ripristino ambientale del bacino del lago di Pergusa, avranno enormi vantaggi economici per la regione centrale siciliana - scrivono nella petizione gli aderenti al Comitato - Considerando la posizione strategica del lago, la bellezza del paesaggio circostante, ed il suo incommensurabile patrimonio naturale e culturale, crediamo che il lago Pergusa abbia il potenziale per diventare una grande attrazione turistica internazionale che potrebbe offrire molti posti di lavoro e reddito significativo per l'area locale. Se restaurato e conservato correttamente, il lago Pergusa potrebbe offrire opportunità di sviluppo economico, sociale e culturale a lungo termine per l'intera regione siciliana".
Secondo il comitato gli impatti nascenti dai lavori sono in netto contrasto con l'accertata presenza di specie prioritarie e l'importanza ornitologica per nidificazioni e migrazioni.

Qualche anno di gloria, costosa, anzi, costosissima per Pergusa. Una gloria che ha visto immolare le sponde del lago, con l'impossibilità della gente di avvicinarsi alle acque, di viverle, che ha visto nel tempo anteporre le esigenze di un impianto gigantesco a quelle della natura primigenia.
L'accordo con la Pirelli prevede l'utilizzo della pista da parte dell'azienda produttrice di pneumatici per 150 giorni l'anno. Questo di fatto priva i cittadini della possibilità di usufruire di un luogo dove da anni, si pratica sport all'aperto. Non solo, ma dopo anni ed anni di attività motoristiche minori se non del nulla, al grande pubblico viene fatta balenare la possibilità che quell'anello possa vedere chissà quale evento svolgersi e chissà quali folle accalcarsi sulle sponde e comprare, pagare, dormire e mangiare nei pochi esercizi rimasti nell'area.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

28 giugno 2018

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia