VIETATO FUMARE OVUNQUE. In Inghilterra multe a chi fuma guidando, in California è vietato fumare in casa

19 ottobre 2007

Fumare fa male! Ormai lo sanno tutti ed è impossibile dire il contrario. Come risulta impossibile, da fumatore, dirsi contrario o ribellarsi alle regole che vogliono salvaguardare la salute di chi non spende soldi per intossicarsi con le sigarette. Vietato Fumare! Giusto, giustissimo perché è assurdo avvelenare l'aria altrui.
Recentemente la Legge britannica ha reso ancora più difficile la vita dei fumatori incalliti e con una norma inserita nel nuovo Codice della Strada, ha vietato il fumo anche durante la guida. Già, nemmeno dentro la propria automobile si potrà più fumare... Beh, stiamo esagerando, la norma in realtà proibisce di accendersi le sigarette mentre si è alla guida, perché tale comportamento è considerato una ''distrazione'' e quindi passibile di multa e citazione in giudizio, nel caso di incidente.
Tali motivazioni collimano però con un'altra norma anti fumo, almeno stando a una recente ricerca della Brunel University, che sostiene: ''la messa al bando delle sigarette nei luoghi pubblici sarebbe fra le possibili cause degli aumenti degli incidenti, perché il divieto costringerebbe le persone a fumare mentre sono in auto''. Non solo. Sempre la stessa ricerca ha poi rilevato che chi fuma guida più velocemente e in maniera più frenetica rispetto a chi è esente dal vizio. Da qui, la proposta di alcune compagnie di assicurazione di maggiorare il costo delle polizze per chi si accende una sigaretta in macchina (con conseguente aumento delle probabilità di fare un incidente) e di considerare tale comportamento alla stregua di un'azione penale, come ad esempio parlare al cellulare, che ora costa 3 punti in meno sulla patente e 60 sterline (86 euro) di multa. Egualmente pericoloso sarebbe poi tenere in mano una sigaretta, perché non permetterebbe di eseguire i movimenti in modo corretto e, soprattutto, sicuro.

Eh già, la vita per i fumatori diventa sempre più irta di ostacoli e se quello che hanno architettato in Inghilterra vi sembra tanto, vi diciamo invece che è niente in confrontato a quanto hanno fatto i legislatori californiani. Sì, perché a Calabasas, cittadina californiana nei pressi di Los Angeles, prima hanno vietato di fumare per le strade, poi hanno esteso il divieto anche agli appartamenti privati!
Calabasas è diventa così la città più severa in assoluto in materia di lotta contro il tabacco negli Stati Uniti. Prima del nuovo provvedimento, entrato da poco in vigore, la ridente cittadina californiana aveva proibito il fumo del tabacco all'aperto, con l'eccezione di una piccola area riservata ai fumatori nel parcheggio del principale centro commerciale locale. La legge in questione prevede di proibire il fumo negli appartamenti esistenti (ma non nelle ville), fatta eccezione di quelli abitati da fumatori, fino al momento del trasloco. Per quel che riguarda tutte le nuove costruzioni con almeno 15 appartamenti, questi dovranno essere 'smoke-free', cioè con divieto totale di fumare. Chi non rispetterà il provvedimento, se denunciato, dovrà pagare una multa e potrebbe addirittura essere obbligato a traslocare.
La mossa di Calabasas verrà imitata, da un'altra città del nord della California, Belmont, che si trova a metà strada tra San Francisco e San Josè.

Che dire? Il fumo nuoce sempre più gravemente...

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

19 ottobre 2007

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia