Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

A Pasqua #iorestocasa e faccio pecorelle e cannoli!

Natale con i tuoi, Pasqua... pure! Si riamane a casa purtroppo, quindi, i dolci tipici di questo periodo ce li facciamo da noi

07 aprile 2020
A Pasqua #iorestocasa e faccio pecorelle e cannoli!

Manca davvero poco al giorno di Pasqua e anche i siciliani, che amano particolarmente le tradizioni e il culto ad esso legato, si apprestano a festeggiare chiusi in casa, contravvenendo al classico detto "Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi". L'isolamento e il distanziamento sociale imposto dalle diretttive anti-Covid19, infatti, non ci faranno godere in questo periodo pasquale delle miti giornate di primavera in compagnia di chi vogliamo e dove vogliamo.

Malgrado tutto, possiamo comunque rispettare le tradizioni culinarie e ovviare alla chiusura di bar e pasticcerie, facendo a casa due dei dolci tipici siciliani propri di questo periodo: le simpatiche e buone pecorelle di Martorana e i buonissimi e croccanti cannoli siciliani.

Quindi, visto che di tempo ne abbiamo a sufficienza e che la quarantena sta facendo venir fuori il MasterChef che c'è dentro di noi, di seguito trovate le ricette. Preparate pecorelle e cannoli, divertitevi e Buona Pasqua!

Le Pecorelle di Martorana

Le Pecorelle di Martorana

Ingredienti: 250 gr. farina di mandorle; 200 gr. zucchero a velo; 1 cucchiaio di miele (facoltativo); 1 fl. essenza mandorla amara (facoltativo); 50 ml. circa d'acqua.
1 formina di gesso; colore per alimenti marrone; 1 penna x alimenti nera, una rossa ed una marrone.

Procedimento
Disponete la farina di mandorle a fontana, aggiungete lo zucchero a velo setacciato, mescolate e disponete a fontana. Disponete un cucchiaio di miele al centro e versate la fialetta di essenza di mandorle amare e cominciate a lavorare con una mano aggiungendo l'acqua piano piano.

Adesso lavorate l'impasto con entrambe le mani stringendo gli ingredienti e cercando di accorparli. Con il calore delle mani le mandorle cominceranno a cedere parte dell'olio che contengono e nell'arco di un paio di minuti otterrete un impasto che dovrete lavorare fin quando sarà liscio. Se proprio lo ritenete opportuno aggiungete ancora un goccio d'acqua.

Stampo di gesso per pecorelle

A questo punto, prendete la forma di pecorella in gesso e ricopritela di pellicola trasparente: mettete all'interno della formina un pezzo dell'impasto, copritelo con dell'altra pellicola e ricoprite con l'altra parte della formina. A questo punto aprite la formina, togliete la pellicola e ripulite la pecorella di Martorana in eccesso.

Una volta asciutta (all'incirca 24 ore dopo) potrete colorare le pecorelle seguendo alcuni semplici criteri, come gli occhi di color nero, la bocca rossa e così via. Una volta colorata, disponete la pecorella all'interno di un ovile. Per appiccicarla potete utilizzare dello zucchero a velo mischiato con un pochino d'acqua al quale, se volete, potete aggiungere un pochino di colore (il verde, che ricorda l'erba). Definite il tutto aggiungendo un ovetto di cioccolato, una bandiera sul dorso ed una aureola sulla testa.

La vostra pecorella di pasqua è pronta!

I Cannoli Siciliani

I Cannoli Siciliani

Ingredienti per le scorze: 250 gr. di farina 00; 30 gr. di zucchero; 30 gr. di strutto; 1 uovo piccolo; 50 ml di Marsala; 10 ml di aceto; un pizzico di sale; scorza d'arancia; 2 gr. di cannella in polvere; 1 tuorlo d'uovo; olio di semi; cannelli metallici per cannoli. 
Ingredienti per la crema: 800 gr. di ricotta di pecora; 320 gr. di zucchero a velo
Per decorare: scorzette d'arancia candite; ciliegie candite; granella di pistacchi di Bronte; gocce di cioccolato fondente; zucchero a velo.

Procedimento 
Setacciate la farina con la cannella in una ciotola. Sabbiate la farina disperdendo con la punta delle dita lo strutto, aggiungete lo zucchero e la buccia d'arancia grattugiata. Amalgamate l'uovo intero e continuate a impastare versando il sale sciolto nell'aceto e il Marsala a filo. Otterrete un impasto consistente ed elastico, rifinitelo velocemente sul piano di lavoro e riponetelo in frigo per almeno 2 ore prima di utilizzarlo.

Stendete un terzo dell'impasto alla volta, con la sfogliatrice o il matterello, arrivando allo spessore di 1,5 mm. Con un coppapasta da 10 cm di diametro ricavate dei dischi che allungherete leggermente per ricavare un ovale. In alternativa create una sagoma guida utilizzando i cannelli come misura.

Cannelli di metallo per fare le scorze dei cannoli siciliani

Saldate i lembi esterni con il tuorlo, sovrapponendoli lungo la linea mediana del cannello. Coprite i cannoli pronti per la frittura con pellicola per alimenti, evitando che si asciughino in superficie, ciò comprometterebbe lo sviluppo delle bolle in cottura. Immergete i cannoli in olio a 175°C, con la saldatura verso in basso.

Sulla superficie dei cannoli si formeranno delle bolle molto friabili, manipolatele con delicatezza utilizzando un mestolo forato. In pochi secondi saranno dorati e pronti da scolare su carta per fritti. Attendete che arrivino a temperatura ambiente prima di estrarre il cannello metallico.

Per la crema: setacciate la ricotta ben scolata dal siero, lavoratela per un minuto con le fruste elettriche, incorporando lo zucchero a velo.
Le scorze di cannolo vanno farcite con la crema di ricotta solo al momento di servirle, utilizzando un sac à poche con bocchetta liscia da 16 mm o una spatola.
Decorate le estremità in base alle preferenze: con zucchero a velo, canditi di ciliegia e arancia, cioccolato fondente, pistacchio tritato.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

07 aprile 2020

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE