Akragas torna a celebrare il suo Esseneto

La Valle dei Templi torna a rivivere la sua storia: "412 a.C. - Il trionfo di Esseneto, atleta di Akragas e campione ai giochi olimpici"

12 settembre 2018
Akragas torna a celebrare il suo Esseneto

Se ad Agrigento parli di Esseneto, l'associazione con il calcio è prevedibile e scontata, perché così si chiama lo stadio comunale. Infatti, non tutti sanno chi sia veramente Esseneto, né quale sia la vera storia di questo personaggio che fa parte della storia millenaria dell'antica città di Akragas.

Lo stadio comunale "Esseneto" di Agrigento

Qualcuno dice si tratti di una leggenda, ma gli storici di allora (LEGGI) testimoniano invece si tratti del Campione, proveniente dalla Valle dei Templi, che partecipò con successo ai primi giochi dell'antica Grecia ad Olimpia.

"Il Consiglio degli Dei, Psiche ricevuta nell'Olimpo", affresco di Raffaello Sanzio a Roma, Villa Farnesina, Loggia di Psiche

Ecco, secondo la leggenda, durante la prima Olimpiade a gareggiare furono gli dei. Ad esempio, si racconta che Apollo abbia battuto Mercurio nella corsa, mentre Marte fu il vincitore del pugilato. Ercole, manco a dirlo, mostrò tutta la sua famosa forza nella lotta e addirittura Zeus lottò col padre Cronos.

Una gara di "Stadion" rappresentata su un vaso greco del 530 a.C.

Con il passare degli anni furono gli uomini a sostituire le divinità nelle olimpiadi e, nel 412 a.C., un uomo di nome Esseneto, proveniente da Akragas (Agrigento), vinse più volte nella corsa dello "Stadion", una gara di velocità in un percorso di 192 metri circa. Lo Stadion era la gara più prestigiosa e chi vinceva veniva spesso considerato come il vincitore degli interi Giochi e per secoli l'Olimpiade prendeva il nome del vincitore della corsa dello stadion, il quale doveva accendere il fuoco dei giochi successivi.

Il Trionfo di Esseneto dipinto nello storico sipario del Teatro Pirandello di Agrigento

Ebbene, per ben due Olimpiadi Esseneto fu il vincitore assoluto di questa disciplina. Diventò così famoso che al suo rientro gli agrigentini lo accolsero con grande entusiasmo e grande fervore. Sempre la leggenda narra che per il ritorno in patria del vincitore venne creato un apposito ingresso della città mai attraversato da altri: si abbatté parte di muro di cinta e si creò un varco per l'ingresso del grande campione d'Olimpia. Un vero trionfo.

Una gara di "Stadion" rievocata dall'associazione "Simmachìa Ellenon". Lo stadion era un'antica gara di corsa, parte dei Giochi Olimpici. La disciplina prendeva il nome dall'edificio nel quale si svolgeva. Esistevano altri tipi di gare di corsa, ma lo stadion era la più prestigiosa: il vincitore veniva spesso considerato come il vincitore degli interi Giochi e per secoli l'olimpiade prendeva il nome del vincitore della corsa dello stadion.

Con la rievocazione storica del Trionfo di Esseneto, i prossimi 6 e 7 ottobre, torna l'Associazione PastActivity che con l'evento di rievocazione storica della scorsa primavera, ha registrato oltre 13 mila presenze alla Valle dei Templi (Leggi "210 a.C. La conquista di Akragas").

L'iniziativa, promossa dal Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi e patrocinata dall'Assessorato regionale dei Beni Culturali e dell'Identità siciliana, dall'Assessorato all'Istruzione e alla Formazione professionale e dal Comune di Agrigento, è ideata dagli archeologi di PastActivity: Laura Danile, Giovanni Virruso e Zelia Di Giuseppe, anche quest'anno affiancati dal direttore artistico Andrea Moretti (moroeventi.com) e con la collaborazione delle associazioni culturali "Figli del Sole", "Simmachìa Ellenon", "Legio XV Apollinaris" e "The Phoenicians".

Un incontro di Pankration rievocato dall'associazione "Simmachìa Ellenon". Il pankration (pancrazio) era un antico sport da combattimento, che faceva parte dell'atletica pesante di origine greca antica e consisteva in un misto di lotta e pugilato.

Saranno due giorni interamente dedicati alla divulgazione della storia, con dimostrazioni e laboratori tematici, che consentiranno di rivivere l'atmosfera che si respirava ad Akragas nel V secolo a.C., proprio quando il campione olimpico Esseneto tornava vincitore in città.

La Via Sacra della Valle dei Templi

Lungo la Via Sacra della Valle dei Templi i visitatori saranno trasportati nel 412 a.C. e diventeranno protagonisti attivi di uno storico momento di festa. Visiteranno gli accampamenti per scoprire i vari aspetti della vita quotidiana di Akragas, come la cucina, il simposio, l'artigianato, potranno assistere agli allenamenti, conoscere e cimentarsi in discipline sportive insolite, riproposte con abiti e attrezzi dell'epoca.

La rievocazione del trionfo di Esseneto permetterà a studenti, famiglie e visitatori di tutte le età di fare un viaggio nel tempo per assistere ai giochi olimpici, uno dei momenti culturali più importanti nel mondo classico.

I visitatori saranno trasportati nel 412 a.C. e diventeranno protagonisti attivi di uno storico momento di festa. Visiteranno gli accampamenti per scoprire i vari aspetti della vita quotidiana di Akragas e potranno assistere agli allenamenti, conoscere e cimentarsi in discipline sportive insolite, riproposte con abiti e attrezzi dell'epoca - Foto "Simmachìa Ellenon"

In Italia, la didattica applicata all'archeologia ha iniziato a diffondersi solo da pochi anni e anche in Sicilia si sta lentamente inserendo nei contesti culturali, mentre la rievocazione storica continua ad essere quasi del tutto assente. Agrigento è la prima città siciliana che, grazie all'associazione PastActivity, sta portando avanti un progetto di rievocazione storica e living history, utile a favorire la riappropriazione del patrimonio storico e culturale del territorio da parte di un ampio pubblico di partecipanti.

www.pastactivity.it

Ingressi alla Valle dei Templi da Porta V e Giunone
Sabato 6 ottobre ingresso a pagamento (info www.coopculture.it)
Domenica 7 ottobre ingresso gratuito

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

12 settembre 2018

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia