Con le mani nel passato e lo sguardo al futuro!

La Scuola e le nuove generazione dietro "210 A.C. La conquista di Akragas", il primo grande evento di rievocazione storica in Sicilia

06 aprile 2017
Con le mani nel passato e lo sguardo al futuro!

Foto Caparrelli

Vi abbiamo già parlato di ciò che avverrà i prossimi 6 e 7 maggio nella Valle dei Templi. Per chi se lo fosse dimenticato o non ha prestato la giusta attenzione a quanto da noi già detto, lo ripetiamo molto volentieri! Ebbene, tra un mese la Valle dei Templi farà un salto indietro nel tempo di duemiladuecentoventisette anni, tornerà a chiamarsi Akragas, e negli stessi luoghi torneranno a fronteggiarsi romani e cartaginesi. A tutto questo si potrà assistere da spettatori grazie a "210 A.C. La conquista di Akragas", l'evento organizzato dall’associazione PastActivity; un’associazione, fondata da due archeologi siciliani, Laura Danile e Giovanni Virruso (affiancati dalla collaborazione esterna dell’archeologa Claudia Speciale), che si è messa in testa di raggiungere un obiettivo straordinario: non solo quello di realizzare un evento unico di rievocazione storica, ma anche di riuscire a far cambiare la percezione che si ha dell’archeologia, materia sicuramente nobile ma spesso sentita dai non addetti ai lavori come argomento noioso e polveroso.
Una delle strategie usate da PastActivity per svecchiare la disciplina che per antonomasia tratta il vecchio (e il vecchissimo) è stato quello di coinvolgere con entusiasmo gli studenti e le scuole che, ce lo racconta Laura Danile, hanno aderito con impegno e tanta partecipazione!


Foto di Alessandra Falzone

Laura Danile ci racconta: "Il nostro progetto ha come fulcro e linfa vitale un gruppo di studenti che abbiamo cercato di rendere protagonisti e di mettere al centro del nostro lavoro. Due sono alunni del quarto anno del Liceo classico Empedocle di Agrigento, amano la storia e la cultura classica: Mattia, che sa disegnare bene ed esporre senza problemi davanti ad un pubblico anche vario, ed Elisa, più timida, ma abile nell’utilizzare le fonti e le ricerche storiche. Abbiamo poi un gruppo più numeroso di studenti del corso di laurea di Archeologia e Beni culturali della facoltà di Palermo con sede ad Agrigento e alcuni neolaureati che ci aiutano come collaboratori. Il loro punto di vista per noi è fondamentale, dal momento che l'intento del progetto è creare un evento che possa rivolgersi a tutti ma soprattutto ai giovani loro coetanei, quelli che al momento sono meno coinvolti nelle attività del Parco della Valle dei Templi (che comunque ha un’ampia offerta per famiglie, per le scuole primaria e secondaria inferiore e per adulti con concerti, mostre, eventi)."

Laura ci ha parlato anche di quali criteri di valutazioni ha usato PastActivity per selezionare gli studenti "rievocatori": "Uno degli elementi fondamentali per la selezione è stata la loro motivazione, il loro entusiasmo, la loro voglia di fare. Tutti hanno aderito con entusiasmo alla nostra proposta e stanno lavorando con noi mettendosi alla prova costantemente. Stanno scoprendo che la Storia può essere divertente e interessante, che non è per forza noiosa e che non è necessariamente una disciplina da insegnare in aula sfogliando un libro. A loro spese però hanno visto che è impegnativo elaborare un testo per un pubblico specifico (bambini o non specialisti ad esempio); che non è semplice raccontare la Storia lasciando da parte le date e le parole complicate ma cercando di raccontare della vita quotidiana della gente che abitava la città, cercando di rendere vivi gli splendidi monumenti della valle. Abbiamo chiesto loro di aggiungere alle loro competenze tecniche e storiche - importantissime -, colori, odori, suoni, dettagli che possano interessare alla gente, che possano aiutare i visitatori ad amare quei luoghi. Non solo! Abbiamo chiesto loro di mettersi “seriamente in gioco" e misurarsi con le varie fasi del lavoro come la progettazione, la realizzazione, la promozione dell'evento, la divisione dei ruoli, la logistica e scegliere anche quale nome dare all’evento. A loro, ovviamente, il compito di usare i social, le foto e i video per raccontare la storia della città. E non si sono certo tirati indietro! Hanno vestito gli abiti storici per girare il promo dell'evento, hanno presentato questo nelle scuole e all'università e saranno loro le guide che accoglieranno i visitatori nel weekend dell'evento."


Foto di Alessandra Falzone

La speranza e l’auspicio di Laura, e di tutta PastActivity, è quello d’aver stimolato la curiosità di questi giovani e aver seminato qualcosa in ognuno di loro.
L'archeologia è radicalmente cambiata, si apre a una dimensione pubblica, uscendo dalla ristretta cerchia nella quale è stata rinchiusa per secoli. Gli archeologi hanno bisogno di essere anche dei bravi comunicatori e di sperimentare metodi per avvicinarsi alla gente. Il progetto "210 A.C. La conquista di Akragas" è uno di questi esemplari metodi, qualcosa di veramente bello, al quale partecipare con tanto entusiasmo.

Maggiori informazioni su www.pastactivity.it

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

06 aprile 2017

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia