Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Dopo l'orto sul balcone è il momento dell'ungardening

La nuova frontiera ecologica è il giardino bio che rifiuta pesticidi, coltiva piante autoctone e accoglie gli amici insetti

01 giugno 2021
Dopo l'orto sul balcone è il momento dell'ungardening
  • Hai un'attività che vuoi rendere visibile? Fallo ora gratuitamente - CLICCA QUI

In tempi di transizione ecologica, potendo godere di un giardino, se si vuole veramente rispettare l'ambiente ed essere sostenibili, ricordate che un prato all'inglese con l'erba perfettamente rasata non è la rappresentazione dell'ecologia. Pensate al consumo di acqua e all'uso di concimi chimici per curare giardini del genere (facendo strage, anche, degli insetti che ci vivono dentro).

Un prato all'inglese con l'erba perfettamente rasata non è la rappresentazione dell'ecologia...

  • Stai cercando vivai piante e fiori? Trova quelli più vicini a te - CLICCA QUI

Per vivere nel verde con animo e pratiche green, sarebbe bene sposare i nuovi dettami dell'ungardening, ovvero della cura del verde in modo totalmente ecologico. Niente antiparassitari, niente anticrittogamici e niente piante esotiche o erba geneticamente modificata. Solo piante autoctone, essenze native e uso di terricci, concimi naturali e (per chi può) piccoli stagni: un inno alla crescita spontanea del verde invitante per insetti, invertebrati, api, farfalle e fauna (uccelli, pesci, ranocchie).

Per vivere nel verde con animo e pratiche green, sarebbe bene sposare i nuovi dettami dell'ungardening, ovvero della cura del verde in modo totalmente ecologico.

  • Hai bisogno di servizi per il giardinaggio? Trova i professionisti del settore più vicini a te - CLICCA QUI

Il trend, anglosassone, sta prendendo piede anche da noi. Dopo gli orti sui balconi, il giardinaggio si trova di fronte ad un nuova svolta. "L'ungardening ha l'obiettivo di ripristinare gli ecosistemi nativi - spiegano gli esperti -, anche modificando un metro alla volta dei nostri spazi, dai giardini ai balconi, dai davanzali ai cortili dalle scuole e degli uffici”.

Perché sostituire il classico giardinaggio con le tecniche alternative dell'ungardening, compatibili con l'ambiente, significherebbe trasformare il proprio cortile in un paradiso terrestre. Il senso infatti è proprio quello di accompagnare la natura a fare il suo lavoro per creare delle aree spontanee protette che, in poco tempo, si popoleranno di animali.

L'ungardening è: niente antiparassitari, niente anticrittogamici e niente piante esotiche o erba geneticamente modificata. Solo piante autoctone, essenze native e uso di terricci, concimi naturali e (per chi può) piccoli stagni.

  • Vuoi coltivare il tuo giardino? Trova ciò che ti serve nelle aziende più vicine a te - CLICCA QUI

Guru dell'ungardening è l'inglese Jenny Steel (www.wildlife-gardening.co.uk), ecologista e specializzata nel giardinaggio della fauna selvatica da oltre 30 anni, che intervistata dal Guardian ha dispensato consigli sul modo migliore per trasformare un giardino all'inglese in un idillio per uccelli, mammiferi e insetti.

Dice Jenny Steel, guru dell'ungardening: "Rifiuta i pesticidi e fai lavorare la tua fauna selvatica per te. Il giardinaggio biologico è incredibilmente importante. Se stai usando pesticidi e spray, stai sostanzialmente rimuovendo una grande fonte di cibo, specialmente per gli uccelli, poiché si nutrono di piccoli invertebrati".

  • Stai cercando vasi e fioriere? Trova il negozio più vicino a te - CLICCA QUI

"Rifiuta i pesticidi e fai lavorare la tua fauna selvatica per te - dice Steel -. Il giardinaggio biologico è incredibilmente importante. Se stai usando pesticidi e spray, stai sostanzialmente rimuovendo una grande fonte di cibo, specialmente per gli uccelli, poiché si nutrono di piccoli invertebrati".

"Se gli afidi mangiano le tue rose puoi incoraggiare gli uccelli insettivori a venire a gustarsene appendendo una mangiatoia per uccelli accanto alle rose".

  • Stai cercando concimi e fertilizzanti naturali? Trova le aziende specializzate - CLICCA QUI

"Contro le lumache, - ricorda Steel sul quotidiano inglese - puoi usare una trappola di birra versandola in un piccolo contenitore a terra dove entreranno le lumache. Se gli afidi mangiano le tue rose puoi incoraggiare gli uccelli insettivori a venire a gustarsene appendendo una mangiatoia per uccelli accanto alle rose".

Per essere fedeli al giardinaggio biologico e selvatico, naturalmente, non si può avere repulsione per gli insetti...

Per essere fedeli al giardinaggio biologico e selvatico, naturalmente, non si può avere repulsione per gli insetti, fondamentali per mantenere l'ecosistema. Al contrario sarebbe bene creare zone umide di terra dove scartafacci, lombrichi e invertebrati possano rintanarsi.

  • Hai un'attività che vuoi rendere visibile? Fallo ora gratuitamente - CLICCA QUI

È bene, comunque sottolineare che l'ungardening non significa lasciare crescere erbacce e arbusti in libertà. Le ortiche, ad esempio, vanno levate perché soffocano le altre piante. Altre varietà, seppure selvatiche, garantiscono invece il vero ecosistema attraente per insetti ed animali.

Per attirare farfalle, coccinelle, api e falene tutti gli esperti concordano: la pianta migliore è la Buddleja...

  • Stai cercando aromi, erbe e spezie? Trova le migliori specialità siciliane - CLICCA QUI

Infine, per attirare farfalle, coccinelle, api e falene tutti gli esperti invece concordano: le piante migliori sono la Buddleja (che in Sicilia cresce benissimo ma con la quale bisogna fare attenzione perché invasiva, va quindi gestita) e le officinali come lavanda, rosmarino, origano, timo, verbena, achillea, maggiorana e menta.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

01 giugno 2021
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE