Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Gli occhiali cambiano e vanno incontro ai disagi da smart working

I trend per l'inverno prevedono nuovi materiali, il ritorno a certe forme ma la parola chiave è: "degressive"

09 novembre 2020
Gli occhiali cambiano e vanno incontro ai disagi da smart working
  • Hai un'attività che vuoi rendere visibile? Fallo ora gratuitamente - CLICCA QUI

Lo smart working sempre più diffuso, se da un lato contribuisce positivamente al contenimento della diffusione del Covid-19, dall'altro sta iniziando a creare tutta una serie di nuovi fastidi e acciacchi, lamentati sempre di più dai lavoratori da remoto.

Tra questi nuovi disagi ci sono quelli alla vista (LEGGI), causati molto spesso dall'inadeguatezza delle postazioni di lavoro, che a casa sono magari improvvisate e non rispondono a quei criteri che in ufficio - si spera - siano rispettati (giusta illuminazione, device con schermi "salva-vista", etc.).

Le lenti "degressive", dette anche lenti "office", si adattano a diverse distanze grazie ad una maggiore profondità di campo (da 60 centimetri fino a 3 metri)...

  • Vuoi comprare un nuovo paio di occhiali? Scopri le ultime novità sul mercato - CLICCA QUI

Rispondendo subito alle nuove esigenze, il mondo dell'occhialeria sta cambiando l'offerta e per l'inverno alle porte anche le nuove lenti tengono conto del momento storico e della pandemia. Aumentano, infatti, l'offerta e la richiesta delle lenti "degressive", dette anche lenti "office" che, stando alle indicazioni dei produttori, si adattano a diverse distanze grazie ad una maggiore profondità di campo (da 60 centimetri fino a 3 metri).

Gli occhiali degressive consentono di vedere bene sia gli appunti sul tavolo, che lo schermo del computer e ciò che ci circonda nella stanza senza fare sforzi visivi o assumere posture sbagliate per ore.

  • Stai cercando un ottico? Trova quello nella zona di tuo interesse - CLICCA QUI

Insomma, gli occhiali degressive consentono di vedere bene sia gli appunti sul tavolo, che lo schermo del computer e ciò che ci circonda nella stanza senza fare sforzi visivi o assumere posture sbagliate per ore.

L'Associazione Nazionale Fabbricanti Articoli Ottici (ANFAO) conferma il successo delle lenti office degressive: "È un segmento su cui senza dubbio le aziende stanno puntando, alla luce dell'evoluzione delle modalità di lavoro e l'incremento dello smartworking"

Fra le novità di tendenza c'è anche il ritorno delle forme piccole, tonde, pantos, squadrate, ovali...

  • Stai cercando un oculista? Trova quello più vicino a te - CLICCA QUI

Fra le novità di tendenza c'è anche il ritorno delle forme piccole, tonde, pantos, squadrate, ovali ma anche spigolose e triangolari. Anche gli occhiali a mascherina continuano ad avere successo, ma sono mascherine diverse da quelle anni '80 e '90 a cui siamo abituati, con forme più moderne e lenti flat, cioè perfettamente piatte.

Occhiali in acetato biodegradabile N49

Infine, cambiano radicalmente i materiali, campo di ricerca e sperimentazione da parte di creativi e produttori. Spicca, ad esempio, l'uso del beta titanio, del magnesio, del rame, dell'ottone e dell'alluminio. L'acetato e l'acetato biodegradabile N49 continuano ad essere materiali ampiamente utilizzati, a dimostrazione di una sempre maggiore attenzione verso l'ambiente e la natura.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

09 novembre 2020
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE