I 15 piatti imperdibili in Sicilia (secondo il Corriere)

Piatti di chef stellati e non, di big e di giovani di belle speranze. Con qualche assenza illustre

31 agosto 2016
I 15 piatti imperdibili in Sicilia (secondo il Corriere)

[Cronache di Gusto.it] Mangiare in Sicilia, si sa è quasi un rituale. Ci si prende tutto il tempo necessario, si assapora tutto per bene. Magari si pranza o si cena in posti meravigliosi, con scenari mozzafiato. E l'Isola ne offre davvero centinaia.
Il Corriere della Sera ha provato a stilare una classifica dei 15 piatti che un turista (ma non solo) che viene in visita in Sicilia deve assolutamente provare. Quindici imperdibili realizzati da chef noti e meno noti. E se i big, come Ciccio Sultano, Pino Cuttaia, Corrado Assenza, Claudio Ruta, Giuseppe Costa o Pietro D'Agostino ci sono tutti, sorprende l'assenza dello chef neo stellato Michelin del Signum di Salina Martina Caruso, giovane promessa della cucina siciliana.
Tra i giovani di belle speranze ci sono Giovanni Santoro dello Shalai e Giuseppe Raciti di Zash, uno dei papabili a ricevere una stella. Buona la performance di Peppe Cannistrà, chef de I Banchi di Ragusa Ibla che porta in classifica due piatti.

Ed ecco i piatti imperdibili

Ciccio Sultano, chef del Ristorante Duomo (2 stelle Michelin) di Ragusa Ibla

CICCIO SULTANO
Spaghettino con Ambrosia di Gambero Rosso - In amore e mazzancolle della costa al pesto di basilico. Piatto di Ciccio Sultano, chef del Ristorante Duomo (2 stelle Michelin) di Ragusa Ibla. Il gambero rosso, nel periodo in cui è in amore, prende un leggero sentore di tartufo. Per questo motivo lo chef ha deciso di abbinargli il tubero estivo. Sul fondo una spuma di basilico nel quale si immerge lo spaghettino, fatto rigorosamente in casa.
Maialino nero dei Nebrodi - Allevato allo stato brado glassato alla carruba e salsa al melone cantalupo (in memoria di antiche consistenze). Un altro piatto di Ciccio Sultano. In abbinamento alla tenerissima carne del maialino dei Nebrodi, viene servito un tortino di patate con Muscio (formaggio di capra prodotto in Sicilia).

Pino Cuttaia, chef del Ristorante La Madia (due stelle Michelin) di Licata

PINO CUTTAIA
Risotto capperi e cozze -
Piatto di Pino Cuttaia, chef del Ristorante La Madia (due stelle Michelin) di Licata. A noi lo chef ci ha riservato una gustosa anteprima. Ed avevamo colto la "bellezza" e la bontà di questo piatto. E' sublimazione di due degli ingredienti identitari del territorio: i capperi e i frutti di mare. "Sono i  sapori della mia memoria - spiega lo chef- due elementi che donano al risotto intense percezioni marine. In questo piatto c'è il dualismo tra la succosità dei frutti di mare e la trilogia del cappero, esaltato come bocciolo, germoglio e polvere".
Memoria visiva - Un trancio di tonno, il piatto perfetto per l'estate. "Lascio appositamente un nocciolino del limone nel centro - spiega Cuttaia - l'imperfezione che si perdona solo alla madre, il seme che ricorda la nascita"

Pietro D'Agostino, chef del Ristorante La Capinera di Taormina

PIETRO D'AGOSTINO
Passaggiata per la Sicilia -
Piatto di Pietro D'Agostino, chef del Ristorante La Capinera di Taormina. Lo ha anche realizzato durante un cooking show a Taormina Gourmet. Questa preparazione è veramente una passeggiata per l'isola. Vengono infatti utilizzati tutti ingredienti provenienti dalla terra siciliana: il polpo freschissimo, i capperoni di salina, i pomodorini datterini di Pachino, le mandorle, la cipolla di Giarratana e le alici.

Giovanni Santoro, chef del Ristorante Shalai (1 stella Michelin da quest'anno) di Linguaglossa

GIOVANNI SANTORO
Vitellina a punta di coltello -
Su fonduta al maiorchino e bacche di ginepro con affumicatura agli aghi di pino. Piatto di Giovanni Santoro, chef del Ristorante Shalai (1 stella Michelin da quest'anno) di Linguaglossa.

Giuseppe Costa, chef del Ristorante Il Bavaglino (1 stella Michelin) di Terrasini (Pa)

GIUSEPPE COSTA
Gamberi di Nassa crudi -
Pesche al vino, indivia riccia e pepe di Sichuan. Piatto di Giuseppe Costa, chef del Ristorante Il Bavaglino (1 stella Michelin) di Terrasini (Pa).

Claudio Ruta, chef del Ristorante La Fenice (1 stella Michelin) di Ragusa

CLAUDIO RUTA
Bruschette di triglia -
Con insalata di cedri, limoni, arance e menta. Piatto di Claudio Ruta, chef del Ristorante La Fenice (1 stella Michelin) di Ragusa. Un piatto che unisce mare e terra in perfetta armonia. Da un lato un prodotto pregiato, la triglia, farcito con un patè di fegato e avvolto in una crosta di pane; dall'altro un'insalata di agrumi in cui spicca il sapore del cedro. A finire caramello al caffè e gocce di menta.
Corallini risottati - Con bocconcini di maialino scottato alle spezie e frozen di ragusano primo sale. Un altro meraviglioso piatto di Claudio Ruta.

Giovanni Galesi, chef del Ristorante Cenobio presso L'Antico Convento di Ibla

GIOVANNI GALESI
Pasta cavoli e pomodoro -
Piatto di Giovanni Galesi, chef del Ristorante Cenobio presso L'Antico Convento di Ibla. Viene utilizzato un pacchero artigianale di farina Russello ripieno di una crema di datterino con un lieve sentore di peperoncino. Sul fondo una vellutata di cavolo rapa ed emulsione a freddo di cavolo crudo con le sue foglie croccanti. È un piatto storico della tradizione di Scicli, ovviamente rivisitato dallo chef. Anticamente si mangiava su un'enorme tavolozza di legno utilizzata anche per impastare la pasta.

Salvatore Vicari, chef del Ristorante Vicari di Noto

SALVATORE VICARI
Aglio, olio e masculino -
Piatto di Salvatore Vicari, chef del Ristorante Vicari di Noto. Un primo sicilianissimo in equilibrio fra l'intensità del gusto e la freschezza che il palato cerca in questa stagione. Vengono mantecate le tagliatelle con un’emulsione di prezzemolo e all'interno del nido di pasta viene nascosta una tartare di alici stesa su una leggera crema di pecorino. A finire il piatto un’alice in crosta e piccole essenze di limone candito.

Accursio Craparo, chef del Ristorante Accursio di Modica

ACCURSIO CRAPARO
Spaghetti freddi ai profumi di mare -
Piatto di Accursio Craparo, chef del Ristorante Accursio di Modica. Sembra di assaporare una millefoglie di strati marini, dal fondale sabbioso alla scogliera. Gli spaghetti artigianali di grano duro, scolati al dente e poi tuffati in un brodo di pesce e alghe, si impreziosiscono alla fine di questi strati: la tartare di gambero rosso, il trito di ostriche, il caviale, la polpa di ricci, per finire con alghe fresche, limone ed erba cipollina.

Peppe Cannistrà, chef del Ristorante I Banchi di Ibla Ragusa

PEPPE CANNISTRÀ
Carpaccio di pesce -
Piatto di Peppe Cannistrà, chef del Ristorante I Banchi di Ibla Ragusa. Un mix di pesce freschissimo da ordinare nella calda estate ragusana. Il piatto oltre ad essere buono è anche bello.
La Cassata rivisitata - Peppe Cannistrà stupisce anche con un dolce. Probabilmente nelle vostre vacanze in Sicilia ne avrete assaggiate tante, ma se non avete mai provato quella rivisitata da Cannistrà vi conviene rimediare. Subito.

Giuseppe Raciti, chef del Ristorante Zash di Riposto

GIUSEPPE RACITI
Risotto al mandarino tardivo -
Gambero rosso di Mazara del Vallo e pistacchio di Bronte dop. Piatto di Giuseppe Raciti, chef del Ristorante Zash di Riposto. E fare i risotti non è cosa di tutti.

Corrado Assenza, chef/pasticcere del Caffè Sicilia di Noto

CORRADO ASSENZA
Da Sud a Oriente -
Piatto di Corrado Assenza, chef/pasticcere del Caffè Sicilia di Noto. Cuturro di grano duro Rossello con emulsione di mandorla romana e basilico. In aggiunta fichi secchi di Pomona rinvenuti in sciroppo di miele di fiori d’arancia speziati con noce moscata, fiori di cannella, cardamomo e cannella e profumati con buccia di limone verdello e zenzero. Confettura extra di prugne rosse e karkadè. Pesca sciroppata e fiordilatte allo zafferano.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

31 agosto 2016

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia