Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

I genitori d'oggi alla prova del Covid

Come sono diventati i genitori italiani e quali sono i loro bisogni in questo tempo segnato dalla pandemia?

12 novembre 2020
I genitori d'oggi alla prova del Covid
  • Hai un'attività che vuoi rendere visibile? Fallo ora gratuitamente - CLICCA QUI

Come stanno i genitori italiani messi a dura prova da questo lungo periodo preda della pandemia? Una risposta la si può trovare nei risultati dell'indagine "La sfida dei Genitori Italiani", condotta da Bva-Doxa nel corso di due rilevazioni a febbraio e a settembre 2020, che hanno consentito di "misurare" gli stati d'animo e gli atteggiamenti dei genitori italiani prima della pandemia da Covid-19 e nella successiva fase (periodo 17-28 settembre, a scuole aperte).

Famiglia durante il lockdown

  • Stai cercando un medico pediatra? Trova gli specialisti più vicini a te - CLICCA QUI

Secondo l'indagine, sospesi tra decreti e ordinanze, tra incertezze, ansie, sbalzi di umore e preoccupazioni, i genitori italiani con figli 0-14enni non mettono in discussione i grandi valori e i punti fermi della vita familiare, e fanno emergere un'Italia della quotidianità che, per il 46%, dichiara di guardare al futuro con ottimismo.

I grandi valori e i punti fermi della vita familiare

I grandi valori e i punti fermi della vita familiare

  • Vuoi conoscere gli indirizzi degli istituti scolastici siciliani? CLICCA QUI

"Rispetto" è la parola chiave emersa nelle domande su aspetti e insegnamenti per una società migliore. "Educare i giovani al rispetto delle persone" (67%, +7%), "offrire più opportunità di lavoro ai giovani" (54%, +9%) e "disporre di un'informazione completa, corretta, imparziale ma anche semplice da capire" (47%, +8%) sono i 3 aspetti, già emersi come prioritari a febbraio, che hanno registrato il maggior tasso di crescita.

A questi tre aspetti si aggiungono: "educare i giovani al rispetto per l'ambiente" (59%, +6%), "garantire stesse opportunità a donne e uomini nei diversi ambiti" (53%, +6%), "promuovere il senso civico e l'educazione civica dei cittadini (59%, +6%).

Di cosa avrebbero più bisogno i genitori?

Di cosa avrebbero più bisogno i genitori?

  • Stai cercando una giusta copertura assicurativa per la tua famiglia? Trova le agenzie più vicine a te - CLICCA QUI

Per quanto riguarda i bisogni più ricorrenti, la richiesta di maggiori risorse economiche (44%, +5%) è seconda all'"avere più tempo libero" che, sebbene registri un calo dell'11%, rimane la prima necessità per il 50% degli intervistati. Aumentano anche la domanda di servizi a sostegno delle famiglie (34% vs 29%) e di possibilità di trovare un lavoro, specie per le mamme (32%, +11%).

Come sono (o sono diventati) i genitori oggi?

Come sono (o sono diventati) i genitori oggi?

Analizzando i contenuti dell'indagine, sono emersi quattro gruppi, caratterizzanti un polo positivo e uno negativo: il primo rappresentato dagli "Sperimentatori" e dagli "Equilibrati" conta un 46% e guarda al futuro con ottimismo, il secondo polo, fatto da genitori pessimisti e poco soddisfatti, coinvolge il restante 54% annoverando i "Timorosi" e gli "Scoraggiati".

GLI SPERIMENTATORI

I genitori "sperimentatori"

Sono il 18%, residenti principalmente nel Nord Ovest del Paese, di età compresa tra i 36 e i 45 anni e una prevalenza di figlie femmine. Si contraddistinguono per una più marcata tendenza al nuovo e il più alto livello di scolarizzazione.

Riconoscono la difficoltà di mantenere l'autorevolezza con il figlio, sono molto coinvolti nell'educazione dei bambini/ragazzi e più della media sanno sfruttare le nuove opportunità di dialogo con loro. Sono ottimisti, determinati nel perseguire gli obiettivi e soddisfatti della loro vita attuale.

GLI EQUILIBRATI

I genitori "equilibrati"

Sono il 28%, residenti al Centro-Sud e nelle Isole, vanno dai 25 ai 35 anni e hanno soprattutto bambini 6-8 anni. Sono genitori moderati nei comportamenti e negli atteggiamenti, più degli altri vogliono trasferire ai figli l'importanza dell'impegno e il senso di responsabilità ma anche il valore dell'essere se stessi e della libertà di pensiero. Si definiscono genitori protettivi e sono i più attenti all'ambiente e alla sostenibilità. Per loro il gioco è valore educativo, apprendimento e creatività.

I TIMOROSI

I genitori "timorosi"

Sono il 33% e, come i primi, risiedono principalmente nel Nord Ovest. Hanno però un'età più elevata, oltre i 46 anni, e figli 6-8 anni. Sono individui poco inclini ai progetti a lunga scadenza, chiusi verso il nuovo ma senza ragioni oggettive.

Sono coloro che si definiscono i più protettivi, meno moderni, ma allo stesso tempo cercano di educare i figli all'autonomia. Amano dedicare tempo alla famiglia e tra gli insegnamenti che ritengono più importanti dichiarano "godersi gli affetti e le persone care" e "avere rispetto per gli altri".

GLI SCORAGGIATI

I genitori "scoraggiati"

Sono il 21%, residenti soprattutto nel Centro e nel Nord Est, tra i 25 e i 35 anni e con figli prevalentemente maschi di 9-11 anni. Sono il gruppo con la più alta quota di genitori single. Più degli altri manifestano richieste di sostegno su aspetti concreti della quotidianità che rendono più difficile il rapporto con i figli.

Fanno fatica a progettare a medio-lungo termine e hanno meno tempo degli altri da dedicare alla famiglia. Le difficoltà del quotidiano li portano a privilegiare insegnamenti rivolti al "fare": apprendere competenze per mettere in pratica soluzioni efficaci.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

12 novembre 2020
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE