Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Il Bonus Sociale è stato prorogato fino a giugno

Stanziati altri 8 miliardi per salvaguardare il potere d’acquisto delle famiglie italiane

24 febbraio 2022
Il Bonus Sociale è stato prorogato fino a giugno
  • Hai un'attività che vuoi rendere visibile? Fallo ora gratuitamente - CLICCA QUI

Il Consiglio dei Ministri ha deciso di prolungare gli interventi del Bonus Sociale Elettrico fino alla fine del secondo trimestre, ovvero, fino a giugno 2022. Con quest'ultimo stanziamento di 8 miliardi di euro, il governo vuole attuare una strategia di lungo termine per salvaguardare il potere d'acquisto delle famiglie italiane e la competitività delle imprese.

Di questi 8 miliardi di euro, circa 5,6 miliardi saranno destinati esclusivamente al bonus sociale. Scopriamo quali saranno i benefici per le famiglie e per le imprese italiane.

Come cambia il Bonus Sociale

Il Consiglio dei Ministri ha deciso di prolungare gli interventi del Bonus Sociale Elettrico fino a giugno 2022

  • Stai cercando società di produzione e servizi per l'energia elettrica? Trova quelle presenti in Sicilia - CLICCA QUI

Dunque, il bonus sociale previsto per il primo trimestre (gennaio-marzo 2022), sarà prolungato fino alla fine di giugno. Si tratta di una nuova mossa del governo dopo le misure già introdotte da inizio anno, dapprima con i 3,8 mld della legge di Bilancio e con i circa 2 mld stanziati a fine gennaio.

Con questa manovra, il governo riserverà altri 6 miliardi per aiutare le famiglie e le imprese italiane contro i rincari sul costo dell'energia elettrica e gas.

Con questa manovra, il governo riserverà altri 6 miliardi per aiutare le famiglie e le imprese italiane contro i rincari sul costo dell'energia elettrica e gas.

  • Cerchi imprese specializzate in impianti e manutenzione dei riscaldamenti? CLICCA QUI 

Vittime di tali rincari sono sia le famiglie che hanno scelto il mercato libero che il regime di maggior tutela:
- il prezzo dell'energia elettrica nel mercato tutelato è passato da 0,20474 €/kWh a 0,35485 €/kWh nel primo semestre del 2022, registrando un aumento di oltre il 55%.
- il prezzo del gas nel mercato tutelato ha registrato un aumento del 42%, passando da 0,5414 €/Smc a 0,921 €/Smc nel primo trimestre 2022.

Vittime di tali rincari sono sia le famiglie che hanno scelto il mercato libero che il regime di maggior tutela...

  • Vuoi risparmiare sulla bolletta elettrica? Installa un impianto fotovoltaico - CLICCA QUI

Conseguentemente, i fornitori hanno rimodulato le offerte a prezzo variabile delle offerte luce e gas per il mercato libero, adeguandosi all'andamento del mercato.
Gli unici a salvarsi da questi aumenti sono i clienti del mercato libero che hanno sottoscritto offerte con tariffa fissa per 12 o 24 mesi, prima del 2022.

Gli unici a salvarsi dagli aumenti di luce e gas sono i clienti del mercato libero che hanno sottoscritto offerte con tariffa fissa per 12 o 24 mesi, prima del 2022

  • Stai cercando lampade e lampadine a basso consumo? Trova il negozio più vicino a te - CLICCA QUI

I 6 miliardi aggiuntivi stanziati dal governo Draghi, saranno così impiegati:

  • 3 miliardi per annullare gli oneri di sistema sull'elettricità.
  • 480 milioni per annullare gli oneri di sistema sul gas.
  • 700 milioni per il credito di imposta delle imprese che operano consumando grandi quantità di energia, le cosiddette aziende "energivore".
  • 500 milioni per le aziende "gasivore"
  • 590 milioni di euro per la riduzione dell'Iva sul gas al 5%.
  • ulteriori 500 milioni per lo sconto sulle bollette.

Secondo la Cgia di Mestre, i rincari luce e gas hanno causato un aumento di spesa di circa 45 miliardi per gli italiani, rispetto al 2019. Nonostante un totale di 11 miliardi erogati dal governo italiano in questi mesi, la spesa per le famiglie e imprese italiane ammonterebbe comunque a 34 miliardi di euro. [Fonte: www.prontobolletta.it]

Come funziona il Bonus Sociale

Come funziona il Bonus Sociale

  • Cerchi caldaie a gas? Trova le attività più vicine a te - CLICCA QUI

Il Bonus Sociale viene riconosciuto in modo automatico in bolletta, senza la necessità di dover presentare una domanda (tramite un CAF o presso l'ufficio comunale competente) come, invece, avveniva in passato.

Il riconoscimento automatico scatta dopo aver compilato la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) che consente di ottenere l'attestazione ISEE (tale procedura può essere fatta anche online tramite il sito INPS). Completata questa procedura, se il proprio ISEE rientrerà nei limiti previsti dalla normativa, chi ha diritto al bonus riceverà lo sconto direttamente in bolletta, anche senza contattare il proprio fornitore.

Quali sono i requisiti per lo sconto?

Il Bonus Sociale viene riconosciuto in modo automatico in bolletta, senza la necessità di dover presentare una domanda...

  • Cerchi società di produzione e servizi per l'energia elettrica? Trova quelle presenti in Sicilia - CLICCA QUI

Il Bonus Sociale è riconosciuto alle famiglie in condizioni di disagio economico. Per poter accedere alle agevolazioni previste dalla normativa è necessario rientrare nei requisiti previsti che sono:

  • appartenere ad un nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 8.265 euro
  • appartenere ad un nucleo familiare con almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro
  • appartenere ad un nucleo familiare titolare di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

24 febbraio 2022
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia