Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Il dolce "segreto" (o il segreto dolce) del Monastero di Santo Spirito di Agrigento

L'antichissima ricetta del cous cous dolce, con pistacchi e mandorle, tanto amato da Leonardo Sciascia

22 settembre 2021
Il dolce ''segreto'' (o il segreto dolce) del Monastero di Santo Spirito di Agrigento
  • Hai una pasticceria o un bar che vuoi fare conoscere e rendere visibile? Fallo ora gratuitamente - CLICCA QUI

Giunto alla XXIV edizione, quest'anno il Campionato del mondo del Cous Cous Fest vedrà come "capitano" della squadra italiana lo chef palermitano Santo Petrocciani, che ha vinto il campionato italiano con una ricetta di cous cous dolce, il Tirami CousCous: una semola di cous cous croccante aromatizzato al caffè e zenzero, con crema al mascarpone, crumble al cacao, arancia candita e pistacchi di Sicilia.

Il Tirami CousCous dello chef Santo Petrocciani

  • Stai cercando una pasticceria? Trova quella più vicino a te - CLICCA QUI

Un omaggio a uno dei dolci italiani più famosi al mondo, il tiramisù, e nello stesso tempo al cous cous dolce agrigentino, ricetta originale delle suore cistercensi del Monastero di Santo Spirito di Agrigento.
La storia di questa antica ricetta, infatti, si intreccia con quella del bellissimo monastero medievale nel centro storico del capoluogo agrigentino, istituito nel 1295 dalla nobildonna Mardisia Prefolio, per un nobile scopo: insegnare alle giovani ragazze l'arte del cucito e del ricamo.

Il Monastero di Santo Spirito di Agrigento

  • Vuoi scoprire le pasticceria di Agrigento e provincia? CLICCA QUI

Le monache, nei secoli, si sono sempre date molto da fare per provvedere al proprio mantenimento e a quello delle giovani che avevano in custodia e, fedeli alla regola "Ora et Labora", hanno intrapreso una serie di attività: un asilo, un orfanotrofio, un laboratorio di ricamo e uno di pasticceria. Per quest'ultimo le suore di clausura sono passate alla storia.

I loro dolci oggi sono famosi in tutto il mondo, specialmente il cous cous dolce, che sembra avere origini tunisine. Erano infatti di questa nazionalità le donne di servizio che nel XIV secolo si occupavano delle suore appartenenti alle famiglie nobili del Monastero.

Le monache del Monastero di Santo Spirito di Agrigento

La tradizione di questo dolce è così forte che le monache ancora oggi lo preparano in grandi pentoloni di terracotta con pistacchi, frutta candita, cioccolato e tante piccole segretissime delizie.
Segreti da sempre custoditi tra le mura dell'antico convento, tramandati nei silenzi della clausura. Non a caso, per far sì che la ricetta rimanga riservata, solo le suore anziane decidano quando cedere il segreto alle più giovani.

Il cous cous dolce preparato dalle monache del Monastero di Santo Spirito

  • Vuoi sapere dove comprare le mandorle e i pistacchi più buoni di Sicilia? CLICCA QUI

In tutta la Sicilia sono nate versioni più o meno simili del cous cous dolce ma le ricette conosciute pare siano solamente tentativi di avvicinarsi al suo sapore. Le versioni più comuni prevedono l'utilizzo di numerosi prodotti tipici della gastronomia siciliana come i famosi pistacchi di Raffadali o di Bronte, le mandorle dell'agrigentino o di Avola, la zuccata e il cioccolato di Modica.

Tra coloro che amarono tantissimo il cous cous dolce del Monastero di Santo Spirito, lo scrittore Leonardo Sciascia che, secondo voci popolari, ne regalò, negli anni, grandi quantità ad amici e parenti.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

22 settembre 2021
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE