In pensione all'estero

Dal medico all'operaio, in fuga all'estero con la pensione dove si può fare "la bella vita"

07 giugno 2016
In pensione all'estero

Cambiare clima, panorama, vedere lievitare "miracolosamente" la propria pensione, grazie al potere d'acquisto diverso all'estero, e vivere più di un giorno da leoni.
E' il sogno di tanti pensionati che si rivolgono all'agenzia Nuova Vita per cominciare un viaggio che potrebbe cambiare radicalmente la propria esistenza.

"Con mille euro di pensione al mese si vive bene in Bulgaria e Portogallo - dice all'Adnkronos Carlo Quipotti, 43 anni, fondatore dell'agenzia -, mentre per la Spagna meglio averne 1300. Nonostante le Canarie siano relativamente più costose, complice il clima, sono queste ultime a essere anche le più gettonate".

Non è semplice lasciare tutto all'improvviso, per questo l'agenzia prepara "la vacanza studio". Con una spesa dai 400 ai 900 euro a persona a settimana a seconda della destinazione si può "testare il Paese", vivendo in "una casa della destinazione prescelta con l'aiuto di un collaboratore dell'agenzia che vi farà toccare con mano i vantaggi e gli svantaggi della vita in un altro Paese". Se l'esperienza è piaciuta, "se vi innamorate", spiega Quipotti, allora "siete pronti per il trasloco".

E qui torna in campo l'agenzia che aiuta con tutte le pratiche burocratiche. Dalla nuova residenza al trasferimento della pensione e del conto in banca, dal codice fiscale alla ricerca dell'abitazione da acquistare o in affitto, oltre all'intestazione e allaccio delle nuove utenze.
Il costo? Per il single 1200 euro, la coppia 1400 euro, in Bulgaria, mentre 1600 da solo e 1800 in due per le altre località.

Medici, avvocati, ma anche impiegati e operai, il sogno è per tutti lo stesso: vivere meglio con la propria pensione. L'importo medio annuo pro-capite delle pensioni è di 17.040 euro e l'Inps, dati ufficiali alla mano, spedisce all'estero 470mila pagamenti. "Vivere in Bulgaria costa 1/3 rispetto all'Italia - spiega - pensi che siamo andati a mangiare nel miglior ristorante della città in quattro e il costo è stato di 30 euro, 8 euro a testa. Li vedo, quando i miei clienti emigrano, si possono permettere di andare a mangiare fuori più spesso, si concedono quei piccoli lussi che da noi non potevano regalarsi".

Tiziano, vicentino di 61 anni con una pensione da 1200 euro, andrà l'anno prossimo a Lanzarote con la moglie Maria Luisa. "Sono posti bellissimi con un clima meraviglioso - dice all'Adnkronos -, non c'è bisogno di riscaldamento d'inverno e d'estate non ci vuole il condizionatore perché è ventilato. Si vive con molto meno che in Italia, basti dire che per affittare una casa ci vogliono 300, massimo 400 euro". Da un po' di tempo fa "piccoli viaggi ogni due mesi" per "abituarmi al cambiamento, perché sa, alla mia età non è come emigrare da giovani". [Adnkronos]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

07 giugno 2016

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia