Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

La giusta temperatura. Il segreto per pizza, pane e dolci perfetti

Qualche consiglio per fare in casa prodotti da forno perfetti, senza pericolo di bruciarli o lasciarli crudi

22 settembre 2020
La giusta temperatura. Il segreto per pizza, pane e dolci perfetti
  • Hai un'attività che vuoi rendere visibile? Fallo ora gratuitamente - CLICCA QUI

Il lockdown, ce ne ricordiamo sicuramente, ha fatto innalzare vertiginosamente il numero di pizzaioli e pasticceri casalinghi. Si è stati mesi interi ad impastare, condire e infornare, tanto da far finire il lievito nei supermercati.

Un'abitudine, sembra, che non è passata con la fine della quarantena di massa, e continua ad appassionare profumando di buono le stanze delle nostre case. Capita però, che l'odore buono di pizze, focacce e dolci si trasformi in puzza di bruciato o che il buon odore corrisponda ad un prodotto crudo e per niente buono. È quello che può succedere quando si è alle prime armi, nonostante la volontà di fare bene.

Molto spesso lo scoglio più difficile da superare per realizzare a casa dolci, pane e pizza perfetti è quello di azzeccare la giusta temperatura del forno...

  • Vuoi acquistare un forno nuovo? Trova il negozio più vicino a te - CLICCA QUI

Ecco, nella maggior parte dei casi, l'errore sta nella temperatura che si sceglie per cuocere gli impasti. Esso è l'elemento a cui porre la massima attenzione e, di conseguenza, bisogna conoscere il proprio forno per calibrarne la potenza di cottura a secondo di ciò che si vuole cucinare.

Ogni prodotto, infatti, necessita di una temperatura differente per essere cotto ad arte, e questa ne determina le caratteristiche finali, sia in termini di fragranza e sapore che di conservabilità.

COTTURA E TEMPERATURE

I prodotti da forno cuociono per evaporazione dell'acqua che contengono all'interno, quindi più velocemente cuoceranno più conserveranno acqua all'interno...

I prodotti da forno cuociono per evaporazione dell'acqua che contengono all'interno, quindi più velocemente cuoceranno più conserveranno acqua all'interno. Difatti le temperature dei forni casalinghi di rado superano i 250 gradi e di conseguenza, soprattutto nel caso della pizza, si rischia di fare uscire dal forno un prodotto secco più che fragrante.

Per cuocere una classica pizza napoletana, nei forni professionali le temperature raggiungono i 400 gradi...

  • Serata in pizzeria? Trova quelle nelle zone di tuo interesse - CLICCA QUI

Ad esempio, per cuocere una classica pizza napoletana, nei forni professionali le temperature raggiungono i 400 gradi. Per questo motivo per fare una pizza in casa, è buona norma aumentare il grado di idratazione dell'impasto oppure la percentuale di grassi al suo interno (olio extravergine, burro, strutto) che, con la loro azione protettiva sull'amido, consentiranno all'acqua rimasta a fine cottura di permanere più a lungo nel prodotto finito.

Diverso è il discorso per il pane o i dolci che necessitano di temperature più basse. Per i panini, che hanno pezzatura più piccola, vanno bene 250 gradi; per il pane comune bisogna partire da 220 e far scendere la temperatura a 180, per fare asciugare bene la mollica e renderlo più conservabile oltre ad essere più fragrante.

Per i dolci invece, ad esempio un Pan di Spagna, bisogna rimanere su temperature più basse: 170/175 gradi...

  • Stai cercando planetarie, frullatori e tutto il necessario per fare dolci in casa? CLICCA QUI

Per i dolci invece, ad esempio un Pan di Spagna, bisogna rimanere su temperature più basse: 170/175 gradi. Stessa cosa per i cornetti poiché sono ricchi di grassi e cuocendoli a temperature più elevate rischieremmo di tirarli fuori dal forno crudi. I biscotti, invece, vanno cotti a 170 gradi per 15 minuti.

CONSERVAZIONE E TEMPI

I biscotti vanno cotti a 170 gradi per 15 minuti...

  • Stai cercando buste e sacchetti per conservare il pane? Trova il negozio più vicino a te - CLICCA QUI

Ora, avendo imparato a quali temperature dobbiamo far cuocere i nostri dolci e le nostre pizze (o focacce, o panini), può succedere di sfornare in abbondanza. Come conservarli nella migliore maniera per consumarli nei giorni successivi?

Per conservare il pane, uno dei modi migliori è quello di avvolgerlo in un sacchetto di carta o in un telo per 2/3 giorni, se fatto con il lievito di birra, mentre quello fatto con il lievito madre fino a 20 giorni. Per i panini vale lo stesso principio, ma non dureranno mai per questioni di pezzatura oltre i 3 giorni.

Per conservare il pane, uno dei modi migliori è quello di avvolgerlo in un sacchetto di carta o in un telo per 2/3 giorni, se fatto con il lievito di birra, mentre quello fatto con il lievito madre fino a 20 giorni...

Per quanto riguarda i dolci, il discorso è assolutamente diverso: questi infatti vanno consumati subito (quindi, se avete esagerato, regalateli). Non tutti i dolci però devono essere mangiati in giornata, le brioches, ad esempio, hanno una conservabilità simile a quella dei panini (2-3 giorni massimo). 

Proprio per le brioches esiste un trucchetto per conservarne la fragranza: si conservano in frigo e prima di consumarli si scaldano (senza esagerare con le temperature e i tempi).

In commercio si trovano tantissime soluzioni per conservare ottimamente i prodotti che escono dai nostri forni. Esistono ad esempio graziosi sacchetti riutilizzabili, fatti a mano, di lino e cotone, con pratici laccetti...

In commercio, e ancora di più online, si trovano tantissime soluzioni per conservare ottimamente i prodotti che escono dai nostri forni. Esistono ad esempio graziosi sacchetti riutilizzabili, fatti a mano, di lino e cotone, con pratici laccetti (dai 10 ai 15 euro)

Utili anche da portare fuori casa, per donare pane e biscotti che abbiamo fatto in più, ci sono poi i classici sacchetti di carta marrone per alimenti. I pacchi scorta da 50 pezzi (disponibili in tre diverse dimensioni) costano online tra i 14 e 16 euro. Questi sacchetti sono belli anche da decorare con dediche, nastri colorati o disegni.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

22 settembre 2020
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE