Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

La sfida del Green Deal europeo parte anche dalla Sicilia

"ArgiNaRe" l'inquinamento in acqua, suolo e aria: la soluzione di una startup siciliana

18 marzo 2021
La sfida del Green Deal europeo parte anche dalla Sicilia
  • Hai un'attività che vuoi rendere visibile? Fallo ora gratuitamente - CLICCA QUI

Il Green Deal (l'Affare Verde) europeo, presentato a dicembre del 2019, mira a rendere sostenibile l'economia dell'UE attraverso delle precise strategie che sviluppandosi nel periodo 2021-2027, arrivano fino al 2050.

La transizione si propone di trasformare le attuali sfide climatiche, ambientali ed emergenziali in opportunità  per diversi settori di un'economia sempre più sostenibile, puntando a fare dell'Europa il primo continente a  impatto climatico zero nel 2050.

ArgiNaRe - "Sviluppo di materiale ibrido multifunzionale basato su Argille Naturali e Scarti per il Recupero ed il biorisanamento ambientale"

  • Vuoi informazioni sulle università e gli istituti superiori e liberi della Sicilia? CLICCA QUI

Le azioni promosse sono diverse: dall'uso efficiente, da parte delle industrie (chimiche), delle risorse attraverso un'economia pulita e circolare, fino allo stop del cambiamento climatico ed al recupero della biodiversità, riducendo drasticamente l'inquinamento in acqua, aria, e suolo.

In Sicilia, a Messina, perfettamente in linea con queste ultime azioni del Green Deal, è stata  sviluppata una nuova soluzione basata su nuovi materiali ibridi funzionali innovativi ed una tecnologia completamente sostenibile per la salvaguardia, la bonifica ed il biorisanamento ambientale di aria, acqua e suolo contaminate da diversi inquinanti ambientali.

Il team ATHENA Srl. Da sinistra: Maria Rosa Plutino, Simone Cappello, Giulia Rando, Salvatore Magazù, Giuseppe Sabatino
Da sinistra: Maria Rosa Plutino, Simone Cappello, Giulia Rando, Salvatore Magazù, Giuseppe Sabatino

  • Vuoi conoscere gli indirizzi degli Istituti di ricerca scientifica presenti in Sicilia? CLICCA QUI

Il progetto "ArgiNaRe", sullo sviluppo di materiale ibrido multifunzionale basato su "Argille Naturali e Scarti per il Recupero ed il biorisanamento  ambientale", nasce come un'idea imprenditoriale che ha vinto tre anni fa la StartCup UniMe 2018, grazie ad un team di ricercatori provenienti dal Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) e dall'Università di Messina (Maria Rosa Plutino e Simone Cappello, ricercatori ISMN-CNR; Giuseppe Sabatino, tecnico laureato Dip. Mift-UniMe, Giulia Rando, studentessa UniMe e Salvatore Magazzù, professore ordinario di Fisica Sperimentale UniMe).

ATHENA Green Solutions S.r.l.

  • Hai bisogno di servizi ecologici e lavori di smaltimento rifiuti? Trova le aziende più vicine a te - CLICCA QUI

Oggi "ArgiNaRe" è un brevetto depositato a livello nazionale ed internazionale e un marchio europeo registrato, ed è soprattutto alla base dell'attività della startup innovativa (e spin-off congiunto del CNR ed UniMe) ATHENA Green Solutions S.r.l.

Le soluzioni di ArgiNaRe presentano diversi punti di forza rispetto a quelli di altri competitor presenti sul mercato, ossia:

  • la completa sostenibilità dei reagenti (argille e scarti) e dell'intero ciclo di produzione che avviene in acqua ed a bassa temperatura;
  • l'innovazione del materiale che grazie alla sua elevata idrofobicità galleggia sul pelo dell'acqua (anche ad es. dopo adsorbimento del  petrolio) e quindi non inquina i fondali marini (come altre soluzioni) e può essere recuperato, riciclato/rigenerato e riutilizzato (fino a ca 50 volte);
  • la biodegradazione del petrolio, in quanto, nel caso dei prodotti ottenuti a base di argilla, grazie alla loro naturale composizione, inducono la proliferazione di batteri idrocarburoclastici silenti già presenti nel mare (proprietà che permette la rigenerazione del  materiale esausto per via biologica oltre che chimica).

Il progetto è totalmente sostenibile anche dal punto di vista sociale ed energetico, incontrando ben 12 dei 17 obiettivi per lo sviluppo sostenibile presenti nell'Agenda di Europa2030.

"Oggi bisogna muoversi nell'ambito di una chimica non più solo verde, ma sostenibile - spiega la ricercatrice Maria Rosa Plutino, presidente e responsabile scientifico di ATHENA -, che salvaguardi le risorse primarie, non inquini e che permetta di incidere positivamente anche nei settori socio-economici della società".

Overshoot Day

"L'Overshoot day globale, il giorno in cui tecnicamente si esauriscono tutte le risorse che la Terra è in grado di generare in un anno, è vicino. La Terra non sostiene più i cambiamenti climatici e la presenza massiccia di tutti gli inquinanti che quotidianamente l'uomo e le sue attività sversano nell'ambiente. E la salute dell'uomo, come la pandemia da Covid19 ci insegna, ne sta risentendo. La Terra  reclama un cambiamento globale", conclude Plutino.

ArgiNaRe - "Sviluppo di materiale ibrido multifunzionale basato su Argille Naturali e Scarti per il Recupero ed il biorisanamento ambientale"

ArgiNaRe è la dimostrazione che fare impresa partendo dal mondo della ricerca si può e si deve fare. La ricerca fine a sé stessa non è più sostenibile, essa deve confrontarsi con i progetti finanziari, con il mondo delle industrie e con gli utenti finali, agendo in modo tale da  apportare il vero cambiamento a favore dell'innovazione e della tutela ambientale.

La nascita di ATHENA S.r.l. e la concretizzazione del progetto ArgiNaRe è stata possibile grazie alla collaborazione attiva dell'Università di Messina, del CNR e del Consorzio ARCA, l'incubatore di imprese dell'Università degli Studi di Palermo.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

18 marzo 2021
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE