La Sicilia protagonista del progetto "Borghi italiani" lanciato da Airbnb

L’isola coinvolta con iniziative che riguarderanno Sambuca di Sicilia, Savoca e Petralia Soprana

10 ottobre 2017
La Sicilia protagonista del progetto Borghi italiani lanciato da Airbnb

Il progetto "Borghi italiani", lanciato da Airbnb per promuovere il turismo sostenibile nei piccoli centri abitati e patrocinato dall'Anci in collaborazione con il MiBACT, è stato presentato a Palermo da Joe Gebbia, 36 anni, statunitense di origini siciliane, fondatore della piattaforma di Home sharing che oggi conta 4 milioni di annunci in 191 paesi e vale 30 miliardi.
Illustrando il progetto che prevede la promozione di tre borghi siciliani (Sambuca di Sicilia, Savoca e Petralia Soprana) all'interno del portale internazionale dedicato appunto alle piccole comunità, Gebbia ha sottolineato "l'importanza della tecnologia per dare nuovo slancio a queste piccole realtà e all'economia locale".

Sambuca di Sicilia (AG) vista da una sponda del Lago Arancio

Il progetto prevede il lancio del portale turistico italianvillages.byairbnb.com, creato in collaborazione con Anci, per scoprire e soggiornare in alcuni dei borghi più belli d’Italia, in cui è presente, tra i venti borghi, anche il borgo siciliano di Savoca. Inoltre altri 20 borghi saranno oggetto di promozione attraverso un piano di comunicazione sui canali social media di Airbnb in tutto il mondo e nell’elenco è presente Petralia Soprana. Infine, Airbnb ha dato vita a un progetto di riqualificazione di edifici a proprietà pubblica all’insegna del design che riguarda tre comuni di cui uno è Sambuca di Sicilia, già nominato "Borgo più bello d’Italia" nel 2016. I locali interessati dal progetto a Sambuca sono quelli di Palazzo Panitteri, sede del Museo Archeologico locale. Il tema della stratificazione culturale farà da perno attorno a cui far ruotare un’installazione artistica e un progetto di interni, creando un dialogo tra il vecchio e il nuovo. Le strutture dei tre borghi saranno prenotabili su Airbnb a partire dalla primavera 2018.

Panorama di Savoca (ME)

L'impatto di Airbnb nei piccoli borghi italiani - Negli ultimi 12 mesi, gli host (cioè i membri della community Airbnb che affittano uno spazio) hanno guadagnato nelle aree rurali quasi 80milioni di euro ospitando oltre 540mila viaggiatori attraverso 30mila annunci. La maggioranza degli annunci si concentra al Sud dove più lunga è la permanenza (circa 6 notti).
"L’home-sharing - ha sottolineato Joe Gebbia - non è un concetto nuovo agli host delle realtà rurali, che da decenni aprono le proprie case ai viaggiatori. Con il ricorso alla tecnologia possiamo tuttavia giocare un ruolo rilevante nel dare nuovo slancio a queste piccole realtà offrendo ai locali la possibilità di condividere la propria eredità culturale dando al contempo nuovo slancio all’economia locale".

Panorama di Petralia Soprana (PA)

La piattaforma di home sharing, lanciata nel 2008, ha colto un bisogno di ospitalità che si è affiancato a quello presentato dalle strutture ricettive tradizionali. Un nuovo modo di viaggiare che privilegia l'essere ospiti delle comunità locali.
Per quanto riguarda la Sicilia, negli ultimi 12 mesi 503mila viaggiatori l'hanno scoperta tramite Airbnb. Di questi, 98mila hanno scelto Palermo. Nell’isola la piattaforma conta 42.700 annunci, di cui 4.800 a Palermo. Complessivamente gli host siciliani sono oltre 24.000, di cui 2.900 nel solo capoluogo.

- Viaggio a Sambuca di Sicilia, uno tra i borghi più belli dell'Isola (Guidasicilia.it)

- Savoca, il paese dalle sette facce (Guidasicilia.it)

- Petralia Soprana, il paese più alto delle Madonie (Guidasicilia.it)

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

10 ottobre 2017

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia