Tenersi in forma tutto l'anno con diete VERE, giuste per ognuno di noi

Dimagrire non è un gioco, quindi bando alle diete "fai da te"

02 novembre 2016
Tenersi in forma tutto l'anno con diete VERE, giuste per ognuno di noi

L'estate è passata da un bel pezzo. Davanti a noi si stagliano le feste con tutto il loro carico di succulenti cibarie. Con tanta fatica avevamo perso qualche chilo prima che venisse l'estate, adesso un amletico dubbio ci attanaglia il comprendonio.
Lasciar perdere tutto e darsi all'ingrasso per poi digiunare a maggio per essere presentabili in spiaggia?
Diventare seguace di qualche religione che prevede rigidi periodi di astensione al cibo, pena cento frustate ogni mattina?
Oppure, più semplicemente, decidere di stare attenti alla linea e fare una dieta, per tutto l'anno?

Scegliendo l'ultima opzione è bene ricordarsi sempre che "fare una dieta" è il contrario del fare pazze sperimentazione con diete fantomatiche o prodotti miracolosi che promettono dimagrimenti istantanei. Per evitare che il sogno di una bella silouette si trasformi in incubo, bisogna tener presente che una corretta alimentazione è sinonimo di una vita sana. E che indicare la dieta corretta è compito del medico.
Dieta sì, allora, ma solo quella dell'esperto.

Sette italiani su dieci, però, si lanciano in diete a dir poco delinquenziali, diete spesso consigliate da riviste alla moda o dagli amici. Se a prescrivere la dieta non è il medico di fiducia, il rischio è che, anziché perdere peso, si mette a rischio la propria salute.Gli esperti, ossia i medici (sia dietologi che nutrizionisti), consigliano una dieta varia e bilanciata; le diete "fai da te", al contrario, privilegiano pochi o anche un solo alimento.
Per fare qualche esempio:
La dieta dissociata - carboidrati a pranzo e proteine a cena
La Beverly hills - solo frutta per 10 giorni
La dieta del minestrone - zuppa di verdure e legumi a colazione, pranzo e cena
Poi c'è la dieta della banana, quella del fantino o quella del vattelapesca...
Alimenti innocui che possono trasformarsi in pericolosi nemici della nostra salute, proprio perché privano la razione alimentare quotidiana di sostanze indispensabili.
La dieta dissociata, ad esempio, può causare disturbi al metabolismo e problemi al fegato, la Beverly hills carenza di proteine, disidratazione e diarrea. La dieta del minestrone è priva di tutta una serie di elementi, come i carboidrati e alcune vitamine, soprattutto del gruppo B, e per questo può provocare stanchezza, irritabilità, incapacità di concentrarsi e può essere pericolosa per chi soffre di colon irritabile o coliche gassose. Nella dieta della banana, non sono prescritti altri tipi di frutta né verdure, sostanze indispensabili per il buon funzionamento del nostro organismo.

Secondo gli esperti, cresce il numero di italiani molto attento alle tematiche legate all'alimentazione ed alla dieta, ma la mancanza di un'informazione corretta e opportuna vanifica questa attenzione.
Purtroppo le scienze della nutrizione clinica continuano ad essere troppo sottovalutate e sulla corretta alimentazione circolano numerose leggende metropolitane che non hanno alcun fondamento scientifico e che ci inducono ad eliminare arbitrariamente alimenti fondamentali per la nutrizione.
Di conseguenza aumenta il numero di italiani che soffrono di scompensi nell'alimentazione o, ancora peggio, fanno uso di diete sconsiderate senza sapere che tutto ciò può arrecare irreparabili danni al metabolismo, il rischio di danneggiare i reni o di complicazioni alla pressione, solo per fare alcuni esempi. A questi si aggiungono scompensi psicologici, come ansia e persino a gravi stati depressivi.

Quindi, è importantissimo, prima di iniziare ad inseguire qualsiasi chimerica "forma" che ci siamo prefissati nella nostra mente, "formare" insieme ad un medico la giusta soluzione alimentare adatta alla nostra personale struttura psicofisica, e se proprio non si ha tempo, voglia o soldi per dietologi e nutrizionisti, allora, basta seguire qualche prezioso, semplice e sano consiglio, da associare sempre all'attività fisica.
La prima e indispensabile necessità è una rieducazione alimentare secondo la quale chi vuole perder peso deve imparare a mangiare in maniera varia, equilibrata e bilanciata, e a basare la propria alimentazione soprattutto su carboidrati e proteine, riducendo il consumo di grassi.
Vogliamo inoltre sottolienare che: non esiste un'unica dieta che vada bene per tutti, ma questa deve essere formulata su misura da uno specialista dietologo, tenendo conto anche di eventuali patologie concomitanti.

Di seguito troverete dieci suggerimenti per una corretta alimentazione che, se applicati quotidianamente, possono consentire, a chi è sovrappeso, di perdere qualche chilo senza troppa fatica, anche senza ricorrere all'intervento di un dietologo.
1) Ridurre di un quarto tutte le porzioni dei cibi ad eccezione delle verdure.
2) Non saltare i pasti: così facendo si innesca un meccanismo che, dopo la restrizione, porta ad una perdita di controllo, cosicchè si finisce per introdurre in seguito cibo in quantità eccessiva.
3) Frazionare l'alimentazione in tre pasti: fondamentale la prima colazione. Aggiungere due spuntini durante la giornata per prevenire gli attacchi di fame.
4) Evitare cibi ricchi di grassi animali (burro, insaccati, formaggi): hanno un basso potere saziante apportando molte calorie.
5) Preferire i cibi contenenti carboidrati e proteine quali pane, pasta, patate, legumi, carne, pesce.
6) Mangiare verdure cotte e crude: oltre ad avere pochissime calorie, facilitano le funzioni intestinali.
7) Evitare gli zuccheri semplici lontani dai pasti, perchè stimolano la produzione di insulina e quindi l'effetto ingrassante.
8) Bere molta acqua (1/2 litri al giorno) evitando l'alcool che apporta molte calorie.
9) Evitare di tenere in casa eccessive quantità di cibo, se avete fame è meglio mangiare un frutto o della verdura.
10) Una pur minima attività fisica quotidiana (fare le scale, camminare a passo svelto ecc.) rappresenta una garanzia per ottenere e mantenere gli obiettivi di dimagrimento prefissati.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

02 novembre 2016

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia