Prove di Carico Statiche

disponibile
CONDIVIDI:

Prove di carico su orizzontamenti

Gli orizzontamenti sono costituiti da solai realizzati, generalmente, da travetti paralleli poggianti su elementi strutturali principali. Le prove di carico statiche su tali impalcati possono essere eseguite sia su solai di edifici di nuova costruzione, come nel caso di collaudo, sia su solai di fabbricati esistenti, come prove di verifica.

 

Nel corso di prove di carico statiche vengono acquisiti:

  • valori dei carichi e delle sollecitazioni agenti;
  • valori dogli spostamenti o/o deformazioni;
  • valori delle eventuali aperture di fessure.

Il Laboratorio dispone di tutta la strumentazione necessaria per le diverse modalità di applicazione dei carichi e acquisizione degli spostamenti e/o deformazioni. Le principali modalità di carico sono: vasche, sacchi, gommoni, spinta o tiro con martinetti. La rilevazione delle deformazioni avviene mediante:

  • aste e/o fili invar,
  • trasduttori di spostamento digitali,
  • centraline di acquisizione,
  • PC con software dedicato all’elaborazione in tempo reale dei dati o grafici carico-deformazione,
  • inclinometri.


Edifici Industriali

Il Laboratorio vanta l’esecuzione di centinaia di prove di carico statiche sia su edifici per civile abitazione, che su edifici ad uso industriale. In genere negli edifici con grandi luci libere l’esecuzione di prove di carico statiche prevedono l’applicazione di carichi notevoli.

Il Laboratorio Dismat dispone di recipienti con i quali è possibile applicare dei carichi fino a 30000 kg, di gommoni che consentono di distribuire il carico su una superficie più ampia, e di martinetti per l’esecuzione di prove a spinta applicando il carico concentrato in più punti.

E’ possibile rilevare le deformazioni attraverso l’utilizzo di trasduttori di tipo potenziometrico collegati ad una centralina, e ad un Personal Computer visualizzando in real-time le varie deformazioni in base ai carichi applicati.

 

Coperture

L’applicazione dei carichi sulle coperture può essere eseguita secondo diverse metodologie:

  • carico distribuito posizionando dei pesi o delle zavorre nella parte estradossate della stessa;
  • carico concentrato in uno o più punti mediante l’uso di uno o più martinetti interconnessi tra loro per la trasmissione delle azioni sollecitanti.

La rilevazione delle deformazioni é eseguita con trasduttori digitali installati su aste, o nel caso di altezza notevoli, collegati ai fili invar installati sui punti da monitorare.

Gli output di prova comprendono:

  • tabelle riassuntive con i valori degli step di carico e scarico applicati, le deformazioni rilevate, le distanze dei trasduttori;
  • grafici delle deformazioni in funzione dei carichi applicati sia in faso di carico cho di scarico della struttura.
CONDIVIDI:

Dove trovare Coperture edili e tetti attorno a Canicattì (Agrigento)

Offerte & Promozioni di aziende che propongono Coperture edili e tetti