Messa in sicurezza e miglioramento sismico di un edificio danneggiato da una frana

disponibile
CONDIVIDI:

Messa in sicurezza e miglioramento sismico di un edificio in c.a. danneggiato da una frana 

Nel marzo del 2014, nella città di Agrigento, si è verificato un evento franoso che ha interessato il versante nord del viale prospiciente la Valle dei Templi; esso ha coinvolto nel suo evolversi un muro di sostegno in c.a. ed una porzione del banco calcarenitico sottostante. Il cedimento di questi ha investito violentemente un edificio a struttura in c.a. provocando il parziale collasso del telaio di facciata. Fortunatamente, all’ora in cui si è verificato l’impatto, nell’edificio si trovavano poche persone e la tragedia è stata scongiurata, ma i danni prodotti sono stati ingenti. La Protezione Civile è intervenuta immediatamente per ripristinare le condizioni di sicurezza del versante, delegando al condominio gli interventi di recupero strutturale del fabbricato. Lo stesso ente ha imposto inoltre che le operazioni di rimozione del materiale e degli elementi strutturali collassati fossero precedute da un propedeutico intervento di messa in sicurezza dell’edificio. 

L'Ing. Lo Giudice congiuntamente allo Studio Di Marco sono stati chiamati a trovare la soluzione progettuale per intervenire in questa complessa e delicata situazione, prima attraverso a un intervento di messa in sicurezza temporanea e quindi a seguire al recupero strutturale. 

Nelle fasi esecutive è stata predisposto dal Laboratorio DISMAT srl  un sistema di monitoraggio vibrazionale. In fase di collaudo sono state effettuatate anche prove di caratterizzazione dinamica per sincerarsi dell'efficiacia dell'intervento.

 

In conseguenza di ciò fu disposto dalle Autorità Competenti lo sgombero dell’edificio.

L’organismo strutturale, in calcestruzzo armato, presenta nove elevazioni fuori terra e una sagoma in pianta avente una superficie di circa 750 mq.

L'ing. Elio Lo Giudice e lo Studio Di Marco hanno progettato l'intervento di messa in sicurezza temporaneo e quello definitivo; hanno eseguito la Direzione Lavori  e monitorato le varie fasi costruttive attraverso un sistema di controllo predisposto dal Laboratorio DISMAT . Hanno infine proceduto ad eseguire e analizzare le prove di caratterizzazione dinamica così da fornire ulteriori elementi per  il giudizio del Collaudatore.

Fasi Operative dell’Intervento

La Protezione Civile di Agrigento impose che le operazioni di rimozione del materiale franoso e degli elementi strutturali collassati fossero precedute da un propedeutico intervento di messa in sicurezza temporanea. Si è quindi proceduto per fasi:

1. Studio approfondito delle condizioni post-frana;

2. Progetto di messa in sicurezza temporanea;

3. Progetto di messa in sicurezza definitiva e interventi di ricostruzione delle parti collassate;

4. Verifica della sicurezza finale e Collaudo Statico.

 

Messa in sicurezza temporanea

Dall’approfondito studio si è scelto di affrontare la prima fase mediante un approccio denominato in letteratura tecnica «Metodo del percorso di carico con deviazione».

La deviazione del carico dal telaio collassato a quello adiacente integro, è stata raggiunta tramite l’installazione di una serie di dispositivi provvisori (Puntoni Telescopici) e la realizzazione di interventi di rinforzo. E’ stato previsto il rinforzo di tutti gli elementi che dovevano assorbire una sollecitazione maggiore di quella ante - frana, mediante:

A. Cerchiature con elementi in acciaio in quei pilastri in cui si è riscontrato un notevole aumento del taglio;

B. Rinforzi a taglio nelle travi ove convergevano i puntoni.

Ai puntoni è stato accoppiato un doppio sistema di barre Dywidag, due verticali e due orizzontali.

 

Messa in sicurezza definitiva

L’intervento precedente ha permesso lo sgombero delle macerie e dei massi di calcarenite e del muro di sostegno in adiacenza all’edificio, procedendo con la ricostruzione degli elementi strutturali collassati.

In questa seconda fase si è provveduto alla rimozione delle parti di struttura collassate o danneggiate e la successiva ricostruzione con materiali aventi caratteristiche meccaniche adeguate.

Ricostruiti tutti gli elementi danneggiati, si è proceduto allo smontaggio delle strutture provvisorie.

 

Monitoraggio

Durante tutte le fasi lavorative è stato eseguito il monitoraggio inclinometrico dell’intera struttura, con l’obiettivo di controllare eventuali variazioni della configurazione dell’edificio.

In fase di smontaggio dei puntoni telescopici è stato predisposto il monitoraggio dei pilastri riscostruiti mediante trasduttori di spostamento, al fine di valutarne la deformazione.

Il monitoraggio della struttura si è concluso con lo svolgimento di una prova dinamica sperimentale, al fine di identificarne il comportamento post-intervento e validare il modello numerico.

 

Conclusioni

La conseguenza del collasso parziale di una struttura in c.a. di tipo intelaiato ha imposto la scelta di tecniche e tecnologie non standard, mediante le quali si è riusciti a deviare il percorso dei carichi e a realizzare un complesso di presidi ed opere atte a mettere in sicurezza la struttura stessa.

La tempestività d’intervento, le difficoltà operative di cantiere e la necessità di interventi poco invasivi sono stati i fattori determinanti per le scelte progettuali effettuate e la redazione del progetto esecutivo.

Il collaudo statico dell’opera ha consentito di concludere tutte le operazioni di cantiere e ha permesso il dissequestro dell’area e dell’immobile.

Infine la valutazione della sicurezza dell’edificio nella configurazione ante-frana e post-intervento ha permesso di classificare l’intervento come “miglioramento sismico”.

Ringraziamenti

Si ringraziano i condomini del Condominio Crea per la fiducia accordata in una situazione così complessa e l'impresa Civiesse srl che ha mostrato grande professionalità e senso di responsabilità, competenza e perizia nello svolgimento del lavoro in tutte le sue fasi

 

Progetto Esecutivo e D.L.: 

Dott. Ing. Gian Luigi Di Marco

Dott. Ing. Elio Lo Giudice

 

Assistenza alla Direzione Lavori

Dott. Ing. Agostino Curto Pelle

Dott. Ing. Giovanni Uccello

Dott. Ing. Roberta Mantione

 

Caratterizzazione dinamica nella fasi pre e post intervento

Dott. Ing. Roberta Mantione

 

Impresa esecutrice

Civiesse srl -Aragona

Immagini dei danni dopo la frana

CONDIVIDI:

Dove trovare Ingegneri - studi attorno a Racalmuto (Agrigento)

Altre proposte di Ingegneri - studi attorno a Racalmuto (Agrigento)

SOLUZIONE ADOTTATA PER IL RIUSO DI UN VETUSTO EDIFICIO IN MURATURA ALL’INTERNO DI UN CENTRO STORICO

SOLUZIONE ADOTTATA PER IL RIUSO DI UN VETUSTO EDIFICIO IN MURATURA ALL’INTERNO DI UN CENTRO STORICO

Racalmuto (Agrigento)
INDAGINI DI CARATTERIZZAZIONE STATICA E DINAMICA CONDOTTE SUL VIADOTTO PARADISO DELLA VARIANTE DI CA

INDAGINI DI CARATTERIZZAZIONE STATICA E DINAMICA CONDOTTE SUL VIADOTTO PARADISO DELLA VARIANTE DI CA

Racalmuto (Agrigento)
Indagini statiche e dinamiche di un ponte in muratura a tre arcate sulla linea Canicattì-Gela-Comiso

Indagini statiche e dinamiche di un ponte in muratura a tre arcate sulla linea Canicattì-Gela-Comiso

Racalmuto (Agrigento)
CAMPAGNA DI INDAGINI NON DISTRUTTIVE SULLA CATTEDRALE DI AGRIGENTO

CAMPAGNA DI INDAGINI NON DISTRUTTIVE SULLA CATTEDRALE DI AGRIGENTO

Racalmuto (Agrigento)
PASSERELLA SU FOSSO SANGUINARA - COMUNE DI LADISPOLI

PASSERELLA SU FOSSO SANGUINARA - COMUNE DI LADISPOLI

Racalmuto (Agrigento)
Demolizione, Progetto Esecutivo e Direzione dei Lavori del ponte in Via Cirillo a Canicattì (AG)

Demolizione, Progetto Esecutivo e Direzione dei Lavori del ponte in Via Cirillo a Canicattì (AG)

Racalmuto (Agrigento)
Progetto delle strutture del ponte sul Bormida presso il Comune di Prunetto (CN)

Progetto delle strutture del ponte sul Bormida presso il Comune di Prunetto (CN)

Racalmuto (Agrigento)
INDAGINI NON DISTRUTTIVE SUL PONTE AD ARCO IN C.A. SUL FIUME CASSIBILE

INDAGINI NON DISTRUTTIVE SUL PONTE AD ARCO IN C.A. SUL FIUME CASSIBILE

Racalmuto (Agrigento)
Prove di Caratterizzazione Dinamiche su Strutture

Prove di Caratterizzazione Dinamiche su Strutture

Canicattì (Agrigento)
Estensimetria

Estensimetria

Canicattì (Agrigento)
Prove speciali su calcestruzzo indurito

Prove speciali su calcestruzzo indurito

Canicattì (Agrigento)
Prova Pull Out  - determinazione della forza di estrazione - UNI EN 12504-3

Prova Pull Out - determinazione della forza di estrazione - UNI EN 12504-3

Bagheria (Palermo)
Prove di carico su solai, volte, mensole

Prove di carico su solai, volte, mensole

Bagheria (Palermo)
Indagine pacometrica o rilievo pacometrico

Indagine pacometrica o rilievo pacometrico

Bagheria (Palermo)
Prova ed analisi ultrasonica Cross-Hole su pali

Prova ed analisi ultrasonica Cross-Hole su pali

Bagheria (Palermo)

Offerte & Promozioni di aziende che propongono Ingegneri - studi