Museo Regionale della Ceramica di Caltagirone

disponibile
CONDIVIDI:

 

La sede museale è una costruzione degli anni Cinquanta. L'edificio nel 1965, dopo interventi di riattamento e di allestimento museale, viene inaugurato come sede dell'Istituzione.
Particolarmente suggestivo è l'ingresso al museo a cui si accede da un portico ottocentesco che fa da coronamento al cosiddetto "Teatrino" (un belvedere realizzato nel Settecento su progetto del Bonaiuto), scenografica struttura architettonica costituita da una sequenza di scalinate con decori in ceramica.

 

 

 

Il museo illustra attraverso la raccolta di manufatti provenienti da tutta la Sicilia la produzione storica di ceramica nell'isola, dalla preistoria fino agli inizi del novecento, con particolare riferimento ai manufatti di Caltagirone.
Di Caltagirone infatti, sede di fabbricazione di ceramiche, si hanno notizie sin dal periodo della conquista musulmana dell'isola. Attraverso i secoli la città ha continuato ad essere centro di fiorente produzione ed ancora oggi è uno dei principali riferimenti dell'arte ceramica in Italia.

 

Le collezioni. I manufatti esposti provengono in gran parte dal locale Museo Civico e dalle raccolte appartenenti all'Istituto Statale d'Arte per la Ceramica "Luigi Sturzo, ma vi sono anche materiali concessi in deposito da altri musei regionali siciliani ed ancora la pregevole collezione Russo Perez, acquistata dalla Regione Siciliana alla fine degli anni '50.

Dove trovare Agriturismo e turismo rurale attorno a Caltagirone (CT)