Ospedale delle donne Caltagirone

disponibile
CONDIVIDI:

 

L’Ospedale delle Donne nacque insieme alla ricezione dei trovatelli in tempi molto precedenti al terremoto del 1693. Si ha infatti menzione sin dal 1590 di alcuni lasciti di benefattori, fra cui Michele Migliotta, che per testamento lasciava tutto il suo patrimonio. Fu danneggiato sicuramente dal terremoto del 1693 e venne riaperto nel 1793 sotto il titolo di “Spedale di Maria Addolorata” per opera di Carlo Longobardi Marchese di Schiffardi, del Canonico Ignazio suo fratello e del dott.L.M. Guerrera che fornirono  “di cose e di mobili”, l’Ospedale presso la chiesa di S.Giorgio. Nel 1856 Salvatore Failla, scultore in Caltagirone, operò nel prospetto dell’Ospedale, rifatto in stile toscano dall’Arch. Giambattista Nicastro, con dei medaglioni raffiguranti i Santi della carità. Nel 1869 quest’ospedale, insieme a quello degli uomini, fu trasferito nel Convento di S.Francesco di Paola. Ospita il Museo Civico d’Arte Moderna a Caltagirone. È proprietà della Regione Siciliana.

Dove trovare Agriturismo e turismo rurale attorno a Caltagirone (CT)