Analisi microbiologica dell'acqua potabile

non disponibile
60,00 €
CONDIVIDI:

La potabilità dell’acqua è un requisito fondamentale per l’uso domestico e per le aziende che somministrano o producono alimenti; l’analisi microbiologica dell'acqua rappresenta quindi un’indagine  importante, in quanto ci permette di valutarne la qualità dal punto di vista microbiologico, rilevando la  presenza o meno di batteri. Il D.Lgs. n° 31 del 02/02/2001 “Attuazione della direttiva 98/83/CE disciplina la qualità dell’acqua destinata al consumo umano, la preparazione di cibi e bevande, sia in ambito domestico che nelle imprese alimentari, a prescindere dalla loro origine e tipo di fornitura.

Il nostro laboratorio mette a disposizione le proprie competenze per soddisfare le richieste del cittadino e / o delle industrie che vogliono verificare la salubrità dell’acqua. Alla base di un dato analitico valido ed accurato vi è un’adeguata procedura di campionamento, infatti i tecnici, di cui il nostro laboratorio si avvale sono specializzati nell’esecuzione della stessa, al fine di garantire la veridicità dei risultati.

In fase di analisi i nostri tecnici si occupano della ricerca dei batteri che sono indice di inquinamento fecale ( batteri indicatori).

Vengono utilizzati come indicatori di contaminazione fecale:

- batteri coliformi

- coliformi fecali (Escherichia coli)

- Enterococchi

-  Clostridium perfringens

Una delle tecniche per la ricerca di questi batteri è quella delle membrane filtranti. Dopo aver posto la membrana, con pori di dimensioni di circa 0.45 µ, sull'apposito imbuto per filtrazione, collegato alla pompa a vuoto, si filtrano volumi di campione, in relazione al grado di contaminazione stimato. La tecnica è semplice e veloce: i batteri rimangono intrappolati sulla superficie del filtro. Dopo la filtrazione ogni membrana viene posizionata in una piastra contenente uno specifico terreno di coltura che permette la crescita e la differenziazione dei batteri ricercati.  Dopo l’incubazione alla temperatura e per un tempo, come definito dal metodo, si conta il numero di colonie cresciute, dopo aver eseguito gli opportuni test di conferma.

       
 

E.coli, che possiede entrambi gli enzimi ?-D-glucuronidasi  e ?-D-galattosidasi , sviluppa colonie da blu a viola

 

   

I batteri coliformi, che sono ?-D-galattosidasi positivi, crescono sotto forma di colonie da rosa a rosse.

 

 

 

 

 

 

I parametri microbiologici da determinare e i loro limiti,

secondo il D.lgs 31/2001

Parametro

Valore di parametro (Numero/100 ml)

Clostridium perfringens (spore comprese)

0

Conteggio delle colonie a 22 °C

Senza variazioni anomale

Escherichia coli (E. coli)

0

Enterococchi

0

Batteri coliformi a 37°C

0

 

Vanno sottoposti a controllo di routine almeno i seguenti parametri:

  1. Escherichia coli
  2. Batteri coliformi a 37°C
  3. Clostridium perfringens (spore comprese) (Necessario solo se le acque provengono o sono influenzate da acque superficiali .-
  4.  Pseudomonas aeruginosa (Necessario solo per le acque vendute in bottiglie o in contenitori.) –
  5. Conteggio delle colonie a 22°C  (Necessario solo per le acque vendute in bottiglie o in contenitori.)
  6. Conteggio delle colonie a  37°C (Necessario solo per le acque vendute in bottiglie o in contenitori.)

 

               I batteri coliformi, che sono β-D-galattosidasi positivi ,crescono sotto forma di colonie da rosa a rosse.                                                                                                                

E.coli, che possiede entrambi gli enzimi β-D-glucuronidasi  e β-D-galattosidasi,sviluppa colonie da blu a viola

Per le acque messe in vendita in bottiglie o contenitori sono applicati i seguenti valori:

Parametro

Valore di parametro

Escherichia coli (E. coli)

0/250 ml

Enterococchi

0/250 ml

Pseudomonas aeruginosa

0/250 ml

Conteggio delle colonie a 22°C

100/ml

Conteggio delle colonie a 37°C

20/ml

 

Dove trovare Acqua potabile – società di esercizio attorno a Catania