Denti del giudizio

disponibile
CONDIVIDI:

 

 

 

I denti del giudizio, o terzi molari, sono denti che compaiono di norma dopo i diciassette anni (da cui il nome popolare), ma non necessariamente riescono a crescere nella posizione corretta come gli altri denti. A volte addirittura non fuoriescono dalla gengiva e rimangono occlusi. Si tratta di un'eredità anatomica dell'uomo primitivo che aveva bisogno di denti stabili e mascelle salde per la sua dieta inizialmente basata su carne cruda. Nell'uomo moderno, venendo meno le esigenze di una masticazione così "cruenta", sono pressoché inutili e per questo difficilmente si sviluppano tutti e quattro. La pratica dentistica si divide tra due approcci antitetici: toglierli sempre o quasi, proprio perché inutili e potenziale fonte di problemi, oppure conservarli a tutti i costi e toglierli solo in caso diano effettivo fastidio o siano cariati. In realtà non esiste una regola che valga per tutti, in quanto occorre valutare caso per caso e soppesare attentamente vantaggi e svantaggi della loro eliminazione.
Quando occorre toglierli - Perché i denti del giudizio possono causare così tanti problemi, a differenza degli altri denti? La ragione sta proprio nella loro posizione: sono gli "ultimi" e spesso non esiste fisicamente lo spazio per la loro crescita, con una serie di possibili problemi:
crescono storti e/o parzialmente inclusi nell'osso e ciò può minare la stabilità dei denti vicini e/o causare una degenerazione dell'osso e una perdita della matrice ossea anche per i denti vicini;
possono essere in parte intrappolati nella gengiva, impedendo di fatto un'igiene accurata. Il dente del giudizio diventa una "falla" del sistema entro la quale possono penetrare i batteri dando origine a una seria malattia parodontale;
possono essere rotti e quindi possibile fonte di penetrazione di batteri al loro interno, di una possibile carie e di infezioni anche serie del cavo orale;
premendo sui denti vicini, possono dare fastidio alla masticazione e causare problemi all'articolazione della mandibola e anche dolori facciali con nevralgie.
Spesso i denti del giudizio vengono trascurati anche se danno piccoli fastidi (gonfiori passeggeri, dolore vago nella zona, difficoltà di una corretta masticazione), fino a che la situazione non degenera con un'infezione (gonfiore accentuato, dolore molto forte) o si scopre la compromissione dei denti vicini. Solo un dentista esperto e preparato può valutare e consigliare se i denti del giudizio che avete sono un vantaggio aggiuntivo che non tutti hanno oppure una fonte di problemi.

 

 

Il 10% dei guadagni dello Studio Dentistico Dott. Gisabella viene devoluto in beneficenza nei confronti di : Telethon, Associazione "Azzurro e Rosa", e per l’acquisto di prodotti equo-solidali. 

Dove trovare Dentisti medici chirurghi ed odontoiatri attorno a Catania (CT)

Altre proposte di Dentisti medici chirurghi ed odontoiatri attorno a Catania (CT)