Prove su interventi di rinforzo con materiali fibrorinforzati (FRP)

disponibile
CONDIVIDI:

PROVE SU INTERVENTI DI RINFORZO CON MATERIALI COMPOSITI FIBRORINFORZATI  (FRP)

Controllo e collaudo di interventi di consolidamento statico mediante l’utilizzo di compositi fibrorinforzati (FRP) di strutture di c.a. e di c.a.p., strutture murarie

Prove su fibre di carbonio in situ

CNR-DT 200 R1/2013 – Linee guida del Consiglio superiore dei LL.PP.

Le istruzioni del CNR-DT 200 R1/2013 "Istruzioni per la Progettazione. l'Esecuzione ed il Controllo di Interventi di Consolidamento Statico mediante l'utilizzo di Compositi Fibrorinforzati" e le "Linee guida per la Progettazione, L'Esecuzione ed il Collaudo di Interventi di Rinforzo di strutture in c.a., c.a.p. e murarie mediante FRPdel Consiglio superiore dei LL.PP. , prevedono che le opere rinforzate con materiali compositi fibrorinforzati debbano essere controllate e collaudate con prove semi-distruttive e prove non distruttive.

Il controllo di qualità dell’installazione deve prevedere almeno un ciclo di prove semi-distruttive per la caratterizzazione meccanica della stessa ed almeno una mappatura non distruttiva che ne assicuri l’omogeneità di esecuzione.

Possono essere eseguite sia prove di strappo normale che prove di strappo a taglio. 

Le prove semidistruttive vanno eseguite su testimoni, zone aggiuntive di rinforzo in parti della struttura opportunamente selezionate. 
Il numero totale delle prove semidistruttive deve essere commisurato all’importanza dell’intervento e comunque non vanno previste meno di due prove ogni tipo di applicazione.

Prova di strappo normale – PULL OFF TEST
La prova, utile per la verifica della resistenza a trazione del substrato e dell'incollaggio, viene eseguita utilizzando piastre circolari di acciaio di spessore 20 mm e con diametro pari ad almeno 3 volte la dimensione caratteristica dell’inerte del calcestruzzo del substrato, e comunque non inferiore a 40 mm: si utilizzano generalmente piastre circolari di acciaio del diametro di 50 mm.
L’applicazione può ritenersi accettabile se almeno l’80% delle prove (entrambe nel caso di due sole prove) fornisce una tensione di picco allo strappo non inferiore a 0,9-1,2 MPa ed inoltre se, prevalentemente, la crisi è localizzata al di sotto della superficie di interfaccia composito/substrato.

Prova di strappo a taglio - DIRECT SHEAR TEST
La prova risulta particolarmente significativa per l’accertamento della qualità dell’incollaggio. È eseguibile solo se è possibile tirare una porzione di materiale composito nel proprio piano in corrispondenza di uno spigolo staccato dal substrato.
L’applicazione può ritenersi accettabile se almeno l’80% delle prove (entrambe nel caso di due sole prove) fornisce una forza di picco allo strappo non inferiore a 24 kN.

SICILIA - PALERMO - TRAPANI - AGRIGENTO - ENNA - CALTANISSETTA - CATANIA - RAGUSA - SIRACUSA - MESSINA

Dove trovare Ingegneri - studi attorno a Bagheria (PA)