Otoplastica

disponibile
CONDIVIDI:

OTOPLASTICA

Le orecchie prominenti od orecchie ad ansa sono una malformazione congenita molto frequente dovute ad anomalie della cartilagine auricolare.

In alcuni casi si ha un’assenza della piega della cartilagine nella zona dell’antielice per cui si osserva un orecchio grande ed appianato, in altri si ha un eccessivo sviluppo di una parte della cartilagine stessa, la cosiddetta conca auricolare, che comporta una proiezione laterale delle orecchie per la loro lontananza dalla regione mastoidea della testa.

L’intervento chirurgico di correzione di questi difetti si chiama otoplastica. Essendo una malformazione congenita spesso i pazienti sono bambini per questo si consiglia di eseguirla non prima dei 9-11 anni di età in modo da permettere il completo lo sviluppo dell’orecchio.

Tecnica chirurgica

E’ un intervento chirurgico della durata di circa 1 ora che prevede l’impiego di anestesia generale e la degenza in clinica di una notte per i bambini, anestesia locale in regime di DH per gli adulti.

Basicamente si procede con un incisione posteriore che permette di arrivare alla zona della cartilagine dove non è presente la curvatura fisiologica, qui, dopo aver ammorbidito la cartilagine con una raspa, si posizionano punti di sutura in materiale non riassorbibile che piegano l’orecchio in modo naturale correggendo il difetto.

Se il difetto interessa anche la conca, si pongono altri punti di sutura che accostano questa parte della cartilagine al cranio posteriore in modo da ridurre l’ampiezza dell’angolo posteriore tra orecchio e la mastoide.

Se necessario si reseca una losanga di cute dalla parte posteriore dell’orecchio.

La sutura delle incisioni è eseguita con filo non riassorbibile.

L’intervento prevede l’utilizzo di un bendaggio lievemente compressivo nelle prime 24-48 ore.

Nell’immediato post-operatorio si possono presentare edemi e infiammazione dell’intero orecchio con riduzione della sensibilità cutanea che si ripristinerà nelle settimane successive.

Una possibile complicanza può essere rappresentata dalla cicatrice ipertrofica della regione retroauricolare, una sede tipica per questo tipo di cicatrice patologica in soggetti che sono biologicamente predisposti.

Cure del post-operatorio

Il bendaggio viene ritirato in 2° giornata, la sutura cutanea in 7° giornata.

Si consiglia di non lavare i capelli finché sono presenti i punti di sutura.

Si raccomanda di evitare traumi meccanici e da calore (vista la ridotta sensibilità); inoltre, si ricorda di prestare attenzione al decubito durante la notte, preferendo quello supino al decubito laterale per evitare di esercitare pressioni sulle orecchie.

Eseguire attentamente le raccomandazioni e la terapia medica consigliata dal chirurgo.

Si consigliano controlli post-operatori a 1-6-12 mesi dall’intervento chirurgico.

Dove trovare Medici specialisti - chirurgia plastica e ricostruttiva attorno a Messina (ME)

Altre proposte di Medici specialisti - chirurgia plastica e ricostruttiva attorno a Messina (ME)