TUMORE ALLA TIROIDE : SI PUO' GUARIRE !!

disponibile
CONDIVIDI:

   

22 -  24   MAGGIO  :  SETTIMANA  DELLA   PREVENZIONE 

IL   DOTT. GEO GRECO  VANTA  OLTRE  25  ANNI  DI  ESPERIENZA  CLINICA  PER  LA CURA  DELLE  MALATTIE   DELLA  TIROIDE   ESSENDOSI  FORMATO NELLE  PIU'  IMPORTANTI SCUOLE  NAZIONALI  E   INTERNAZIONALI   DELLA  CHIURGIA  DELLA  TIROIDE  E  DELLA  CURA DELLE  PATOLOGIE  DELLA  TIROIDE  .  ( USA   FRANCIA    SPAGNA  )

DAL  1992   AD  OGGI   HA  ESEGUITO  IN ITALIA   E   ALL' ESTERO   MIGLIAIA  DI  INTERVENTI   E  AGOASPIRATI   ACQUISENDO  UN   COMPETENZA   ULTRASPECIALISTICA  SULLA   PATOLOGIA  CHIRURGICA   IN  GRADO   DI   AFFRONTARE    LE  SITUAZIONI  CLINICHE   PIU'  DIFFICILI.

iL   DOTTORE  GRECO   DAL  2004  DOPO   IL  DOTTORATO   DI  RICERCA IN  FISIOPATOLOGIA , SI  E' DEDICATO  ALLA  RICERCA  DELLE  CAUSE  DELLE  PATOLOGIE  TIROIDEE  AUTOIMMUNI  E  ALLA  CHIRURGIA   DEL CANCRO  TIROIDEO    PERCHE'  NEGLI  ULTIMI  15  ANNI  IL  TUMORE   DELLA  TIROIDE   DA   RARITA'  E '  DIVENUTO   IL  QUINTO  TIPO   DI  TUMORE  PIU' FREQUENTEMENTE   DIAGNOSTICATO   OGGI INFATTI   SI  ASSISTE   AD  UN   

 

        BOOM DI TUMORI ALLA TIROIDE: + 38% rispetto al 2010

 

L’ incidenza del tumore alla tiroide è in continua crescita a livello mondiale.Considerato nel passato una malattia rara, in Italia è diventato il quinto tipo di tumore più frequente, il quarto nelle donne, mentre era il nono nel 2006. Nel nostro paese si registra infatti uno degli aumenti più marcati con ampia variabilità nei tassi d’incidenza da regione a regione. Si stima che ci siano circa 160.000 italiani con tumore della tiroide, il 38% in più rispetto al 2010, dei quali il 76% può ritenersi già guarito. Ogni anno vengono diagnosticati oltre 3.200 nuovi casi, mentre 500 persone muoiono a causa della malattia. 1

Questi dati sono preoccupanti. Benché il tumore alla tiroide non costituisca una delle principali cause di morte nella popolazione in quanto, se diagnosticato tempestivamente, è un tumore trattabile e curabile, è importante essere preparati per gestirlo al meglio sia dal punto di vista clinico sia sociale e politico, non tralasciando la questione cruciale della sostenibilità del sistema sanitario .

Grazie all’attività di sorveglianza dei dati di mortalità analizzati nell’Istituto Superiore di Sanità, oggi sappiamo che di tumore tiroideo si muore di meno in Italia grazie soprattutto ad una migliore capacità diagnostica e alla tempestività d’intervento. Tuttavia resta ancora molto da fare sulla prevenzione.

A fronte del continuo aumento dell’incidenza della malattia la mortalità è rimasta sostanzialmente invariata; questo determina una crescita progressiva del numero di persone che vivono con un pregresso tumore della tiroide e che richiedono assistenza sanitaria a lungo termine.

Infine, fondamentale per la lotta al tumore alla tiroide, è l’approccio multidisciplinare, perché, come è noto, ormai la gestione di una malattia non può essere più appannaggio di una singola specialità :  MEDICO  DI  BASE ,  ENDOCRINOLOGO  ,   CHIRURGO  , ONCOLOGO , MEDICO NUCLEARE  rappresentano  lo staff  minimo per un approccio multidisciplinare  vincente .

Bibliografia :1Center for Outcomes Research and clinical Epidemiology.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

GRAZIE   ALLE   RECENTI   ACQUISIZIONI  IN  CITOLOGIA  DIAGNOSTICA  ED    IMMUNOLOGIA   E   BIOCHIMICA   CLINICA E  TECNICHE   CHIRURGICHE ( 2 )  E ALLE  RECENTI    ACQUISIZIONI   IN  TEMA   DI MALATTIE  AUTOIMMUNITARIE   CONSENTONO DI  DIAGNOSTICARE  PRECOCEMENTE  E   CURARE  SIA    IL     CANCRO  DELLA    TIROIDE   CHE   PERMETTERE  UNA . 

 

CONTATTA   LO   STUDIO   PER   UNA    VISITA    SPECIALISTICA    PERSONALIZZATA

                                                         333  681  36  98 

CONDIVIDI:

Dove trovare Medici specialisti - chirurgia generale attorno a Palermo